Il Sarpi nei ricordi di Gori - video
«Tanti amici e grandi insegnamenti»

Venerdì 17 giugno la cena a sostegno del progetto di Museo nel liceo. Acquistate il coupon su Kauppa e partecipate alla raccolta fondi su Kendoo.

Il Sarpi nei ricordi di Gori - video «Tanti amici e grandi insegnamenti»

Appuntamento venerdì 17 al liceo Sarpi, nel cuore di Città Alta, alla cena di gala per finanziare il progetto Musli, ovvero Museo al Liceo. Acquistando il coupon di questa offerta si potrà prendere parte a una serata che vedrà due momenti fondamentali. Una visita guidata e una cena di gala realizzata sulla mitica terrazza. Tre i coupon acquistabili su Kauppa: 39, 69 e 99 euro. Nel primo caso il 20% andrà al progetto Musli, nel secondo il 40 e nel terzo il 60%. In tutti e tre i casi sono previsti omaggi a crescoere: dalla spilletta con il logo del progetto, al segnalibro fino al libro «I quaderni del Sarpi».

Il Museo nel Liceo sarà realizzato anche grazie alle donazioni giunte dal portale di crowdfunding Kendoo.it . Un progetto che nasce dalla volontà di valorizzare e rendere visibile ad un pubblico ampio l’importante patrimonio del Sarpi, rappresentato innanzitutto dalla struttura architettonica con le sue stratificazioni storiche successive, e dal patrimonio librario, scientifico e strumentale contenuto al suo interno.

http://www.ecodibergamo.it/videos/video/gori-e-i-suoi-ricordi-al-liceo-sarpi_1026317_44/

Una scuola che lascia il segno, il Sarpi, come testimoniato da un illustre allievo del passato, come il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori. «Tantissimi i miei ricordi - ha detto il primo cottadino -: ho studiato lì dal ’74 al ’79, un periodo vivace politicamente per noi studenti. Ricordo bene il movimento politico fondato da Andrea Moltrasio e la mia attività politica a scuola. Ricordo i volantini che appiccicavamo ovunque, oltre a quelli che battevamo a macchina e che distribuivamo in giro. Avevamo sempre le mani sporche di inchiostro».

E poi ancora: «Ricordo le divertenti gite scolastiche, a Tolfa; le amicizie nate in quegli anni che ancora sono costanti nella mia vita». I voti? «Ho rimosso ciò che era di natura prettamente scolastica - ride Gori -. Ho invece ricordi della Maturità». E poi il pensiero va agli amici e ai professori e ai loro insegnamenti: «In particolare il professor Pala che ora non c’è più: una persona straordinaria».

© RIPRODUZIONE RISERVATA