In arrivo cinque blocchi di cemento Sant’Alessandro, Sentierone «blindato»

In arrivo cinque blocchi di cemento
Sant’Alessandro, Sentierone «blindato»

L’assessore Gandi: «Già messi a Capodanno». Gli organizzatori: «Informati all’ultimo e costi elevati a nostro carico».

Cinque cubi in cemento armato, di un metro per lato e pesanti ciascuno 25 quintali, saranno collocati questa mattina agli ingressi del Sentierone, sul lato asfaltato di fronte al Donizetti (dal punto di vista toponomastico si tratta di largo Giandrea Gavazzeni, ma di fatto è il lato solitamente non pedonale del Sentierone), dove da venerdì a domenica si svolgerà la fiera di Sant’Alessandro. Nei 150 metri di strada tra viale Roma e via Tasso saranno allestite 28 bancarelle, che resteranno aperte dalle 9 a mezzanotte venerdì e sabato e dalle 9 alle 21 domenica. «In realtà non si tratta di nulla di nuovo – commenta il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Sergio Gandi –, perché già in occasione dello scorso Capodanno avevamo provveduto a collocare analoghi plinti e analoghe iniziative di chiusura della strada con la presenza di steward erano state attuate per la recente cena in Borgo Santa Caterina».

Gli organizzatori della fiera l’hanno però presa tutt’altro che bene, soprattutto per la tempistica e i costi. «Siamo stati a un passo dalla decisione di annullare l’evento, che abbiamo poi confermato solo per serietà e perché già programmato, ma a questo punto saremo in perdita – spiega Federica Nello, presidente della Comap, cooperativa costituita da Anva Confesercenti e Fiva Confcommercio».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 25 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA