In via Bianzana bar aperto 24 ore su 24 Cafè Marilyn gestito da un giovane papà
Luca Padoa, 29 anni

In via Bianzana bar aperto 24 ore su 24
Cafè Marilyn gestito da un giovane papà

Dai primi giorni di gennaio anche a Bergamo c’è il primo bar aperto 24 ore al giorno sette giorni su sette. Si chiama «Cafè Marilyn» ed è in prossimità del rondò delle valli, all’inizio di via Bianzana.

A gestire il bar è Luca Padoa, 29 anni, padre di tre figli e tanta voglia di offrire una serie di servizi e iniziative che lui ama definire «con caratteristiche che fanno un locale bello, trasparente e pulito». Una delle prime decisioni che ha preso per rendere il suo bar «pulito» è stata quella di togliere l’angolo dei videogiochi. «Anche se le macchinette installate erano soltanto tre in un angolo del locale - spiega - mi sono posto il problema, nel vedere persone che letteralmente si giocavano lo stipendio in questo modo».

Il Cafè Marilyn di via Bianzana

Il Cafè Marilyn di via Bianzana
(Foto by Beppe Bedolis)

Un altro problema che Luca ha voluto considerare prima di decidere l’avventura 24 ore su 24 è il rapporto con il vicinato: «Il bar non ha abitazioni al piano superiore o confinanti troppo vicini e i clienti nelle ore serali non hanno mai dato problemi».

Luca Padoa con la sua collaboratrice

Luca Padoa con la sua collaboratrice
(Foto by Beppe Bedolis)

Certo gestire il bar e seguire la numerosa famiglia non è facile. «Al lavoro notturno c’ero abituato - risponde - dopo un’esperienza di oltre 5 anni alla Dhl mi sono abituato ad aver bisogno di un numero ridotto di ore di riposo. Arrivo alla sera attorno alle 22, poi al mattino la prima collaboratrice mi dà il cambio verso le 6 e io mi organizzo per portare a scuola e all’asilo i figli di 4, 8 e 10 anni».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola lunedì 22 febbraio 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA