Influenza, a marzo il colpo di coda
Mai così aggressiva a Bergamo

Febbre, dolori muscolari e sintomi a carico delle vie respiratorie: l’influenza quest’anno è stata più aggressiva degli anni precedenti: 100 mila a letto.

Influenza, a marzo il colpo di coda Mai così aggressiva a Bergamo

Un virus molto aggressivo: l’influenza quest’anno è stata molto più debilitante del solito. Lo sanno bene i bergamaschi costretti a casa tra febbre, dolori muscolari e sintomi a carico delle vie respiratorie. Lo confermano anche i dati del reparto Malattie infettive del Papa Giovanni XXIII diretto da Marco Rizzi. Il bilancio della stagione influenzale 2017-2018 conta 100 mila bergamaschi finito a letto, 30 mila in più rispetto ai trend storici. Ed è atteso un colpo di coda finale: anche se il momento più critico è oramai passato, sono ancora moltissime le persone ammalate. E a marzo, quando si dirà addio ai virus influenzali, si assisterà all’arrivo di quelli stagionali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA