Innamorato delle Mura e della città Mood Bergamo ci presenta Virginio
Virgilio Sala

Innamorato delle Mura e della città
Mood Bergamo ci presenta Virginio

E sulle strofe di «Questo Amore» di Prevert, davanti ad un bellissimo tramonto ecco l’amore secondo Virginio Sala, il nuovo bergamasco raccontato da Mood Bergamo-Roberta Todeschini: darsi la mano, un sorriso, una carezza, comprensione, no costrizione e «la cosa più bella è parlare, parlare e parlare».

« Perché dobbiamo avere il diritto e dovere di rendere felice una persona perché la vita senza amore non è niente» spiega Mood Bergamo. E dopo averlo ascoltato nella sua più profonda saggezza, «continui la tua passeggiata con lacrime di gioia, pensando che uomini di un certo spessore come lui hanno tanto da insegnarci» dice la blogger bergamasca.

Nome: Virginio
Cognome:
Sala
Età:
75
Dove vivi?
Vivo a Bergamo.
La tua location preferita?
Sono innamorato delle Mura, amo Città Alta e amo Bergamo.
Cosa fai?
Sono un ex nuotatore, ho sempre partecipato alle gare ed ero nella società sportiva Rari Nantes: parliamo del 1955. Come lavoro ufficiale sono stato commerciante di frutta con mio figlio che continua il nostro lavoro import export: con la Spagna porta avanti l’attività. Siamo alla quarta generazione. La prima? Mio nonno Eugenio, poi mio padre Luigi Francesco, io Virginio e adesso mio figlio Andrea...dal 1934.
Il tuo piatto bergamasco preferito?
Adoro il brasato, il rognone trifolato e i funghi porcini della Trattoria del Teatro.
Sogni nel cassetto?
Che il padre eterno mia dia ancora tanti anni di salute.


© RIPRODUZIONE RISERVATA