Instabilità e temperature in picchiata Il meteo del primo weekend di maggio

Instabilità e temperature in picchiata
Il meteo del primo weekend di maggio

Maggio «vai adagio» dicevano le nonne a proposito del tempo in questo mese. E in effetti sarà un weekend all’insegna dell’instabilità.

Era stato annunciato. E ora ne abbiamo la conferma: il meteo è cambiato. E in fondo anche le nostre nonne associavano maggio alla variabilità del tempo suggerendo un sempre valido «vai adagio» dopo il «non ti scoprire» di aprile.

Ed ecco arrivati al punto: «La parentesi quasi estiva dei giorni scorsi che ha favorito sole e caldo anomalo è ormai un ricordo; la primavera tornerà ora a mostrare il suo lato più inquieto – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara –. Si formerà infatti un ciclone mediterraneo proprio sui mari del Sud Italia, responsabile di tempo instabile per diversi giorni con frequenti spunti piovosi e con clima più fresco rispetto alla falsa estate di fine aprile».

«Il vortice sarà responsabile di piogge e temporali anche di forte intensità in primis sulla Sardegna, che in questi giorni sta facendo il pieno d’acqua con punte anche di oltre 100mm, ma a seguire a ruota anche il Centrosud – prosegue Ferrara di 3bmeteo.com –. Attenzione particolare a Sicilia, alta Calabria, Campania, basso Lazio e Abruzzo. Pure il Nord Italia sarà verrà coinvolto nelle spire cicloniche con piogge e rovesci da Est verso Ovest, in particolare giovedì 3 maggio, ma con ulteriori acquazzoni o temporali sparsi nei giorni a seguire».

«Nel fine settimana del 5 e 6 maggio il vortice ciclonico perderà gradualmente potenza, tuttavia manterrà il tempo piuttosto instabile. Avremo infatti ancora occasione per qualche acquazzone o temporale, specie durante il pomeriggio e in prima serata, con maggiore probabilità per i rilievi e le pianure interne – concludono da 3bmeteo.com –. Non mancheranno tuttavia anche degli spazi soleggiati, più ampi e frequenti domenica e lungo le coste. Le temperature saranno sostanzialmente in linea con le medie del periodo, con clima mite, ma senza gli eccessi di caldo di fine aprile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA