«Io laureato a 64 anni, mai arrendersi» Il tecnico con la passione per l’editoria

«Io laureato a 64 anni, mai arrendersi»
Il tecnico con la passione per l’editoria

Il suo motto: mai arrendersi. Così Francesco Brembilla si è rimesso a studiare a 58 anni. E ora il traguardo: la laurea.

L’eco del maestro Manzi risuona dagli archivi della Rai fino a Bonate Sotto. Perché il programma che ha fatto la storia degli anni ’60 aveva un fondo di verità: «Non è mai troppo tardi». E questo è diventato il motto di Francesco Brembilla, ex tecnico nel campo delle telecomunicazioni residente a Bonate Sotto, che si è laureato a 64 anni in Comunicazione, informazione ed editoria. Dal 1972, anno di congedo dagli studi, fino al 2010, anno d’iscrizione all’Università che si è conclusa con la laurea magistrale nel 2016, ne è passato di tempo. Ma la scelta di tornare sui libri è stata dettata dal desiderio di conoscere e di mettersi in gioco: «Ho sempre avuto il desiderio di studiare in Università – racconta Brembilla – ma non sapevo se a 58 anni fossi ancora all’altezza dei miei obiettivi. Mi sono convinto che sarebbe stato più difficile vivere con il rimorso di non averci mai provato piuttosto che con la paura di non farcela».


Leggi la storia acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 24 luglio 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA