La lettera aperta di un preside ai genitori «Abolite WhatsApp, parlate ai vostri figli»

La lettera aperta di un preside ai genitori
«Abolite WhatsApp, parlate ai vostri figli»

Un preside scrive ai genitori dopo i casi di bullismo: più tempo con i figli e più spazio a loro per incontrare gli amici dal vivo.

«Abolite WhatsApp e cercate di avere più tempo per parlare con i vostri figli. E lasciarne a loro per incontrare i loro amici dal vivo, connessi sul serio con gli altri e non sulla nuvola»: si conclude così la lettera aperta che Claudio Cancelli, dirigente dell’Istituto comprensivo «Rita Levi Montalcini» di Alzano Lombardo, ha inviato ai genitori. Un invito alla responsabilità di scelte educative importanti, partendo dal fatto che Facebook, in occasione dell’entrata in vigore del regolamento europeo sulla privacy a dal 25 maggio, metterà come limite i 16 anni per accedere al servizio di Whatsapp. Una lettera a tutto campo dopo gli ultimi fenomeni di bullismo.


Leggi la lettera del preside acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 6 maggio 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA