La  saga dei marciapiedi, chi li pulisce? Ecco cosa devono fare i cittadini

La saga dei marciapiedi, chi li pulisce?
Ecco cosa devono fare i cittadini

Gomme da neve, pulire davanti casa: ecco tutti gli obblighi dei cittadini. E la mappa per vedere dove si sta spalando sulle strade.

Per chi ancora non lo sapesse (o facesse finta di non saperlo) è in vigore l’obbligo di montare gomme da neve o di circolare con le catene al seguito. Anche in pianura. L’obiettivo è quello di evitare che i veicoli in difficoltà possano causare blocchi della circolazione rendendo, di conseguenza, difficoltoso se non impossibile, garantire i servizi di emergenza, pubblica utilità e sgombero neve.

Il Comune e Aprica consigliano i cittadini di approvvigionare per tempo e tenere disponibile una idonea scorta di sale industriale da utilizzare per la viabilità interna privata, anche pedonale, e per gli eventuali marciapiedi esterni (il sale è usualmente acquistabile nelle sedi dei consorzi agrari, centri commerciali e/o presso la sede di Aprica di via G . B . Moroni, n 337).

Importante è avere disponibile in ogni stabile almeno un badile o pala da neve da utilizzare per eventuali attività di rimozione. Secondo il Piano Neve del Comune di Bergamo, Aprica, in aggiunta alla sua struttura operativa, si rende disponibile a utilizzare strutture di supporto esterno, qualora sia necessario con mezzi e personale munito di pale per la rimozione della neve nelle aree sensibili e sui marciapiedi.

C’è anche un decalogo per i cittadini: preferire i mezzi pubblici, utilizzare abbigliamento adeguato, e soprattutto calzature idonee, non aspettare di mettere le catene quando si è già in una situazione di difficoltà ed evitare di proseguire nel viaggio con l’auto se non si ha un minimo di pratica di guida sulla neve. E poi: non abbandonare l’auto in condizioni che possano «costituire impedimento alla normale circolazione degli altri veicoli, ed in particolare dei mezzi operativi e di soccorso».

Ma i marciapiedi chi li pulisce? «I frontisti hanno i seguenti obblighi: in caso di nevicate con persistenza di neve sul suolo, «è fatto obbligo agli abitanti di ogni edificio fronteggiante la pubblica via di provvedere allo spalamento della neve dai marciapiedi per l’intera loro larghezza, allo spalamento della cunetta stradale per una larghezza d i 20 centimetri e di eventuali caditoie o tombini onde agevolare il deflusso delle acque di fusione, all’apertura di passaggi in corrispondenza di attraversamenti pedonali e degli incroci stradali su tutto il perimetro dello stabile da essi abitato o occupato, ammassando la neve in modo che non arrechi disagio alla circolazione stradale e pedonale. Nel caso di strade sprovviste di marciapiede l’obbligo si riferisce al suolo stradale per la larghezza di un metro dal lato strada.

Per verificare in tempo reale il passaggio dei mezzi nella propria via (nelle diverse fasce temporali, dai mezzi spargisale e sgombero neve) basta entrare nel portale web del Comune di Bergamo, con il monitoraggio satellitare dei mezzi Aprica (http://territorio.comune.bergamo.it/servizio-ecologia-e-ambiente/sgombero-neve-mappa-dei-percorsi-effettuati).

© RIPRODUZIONE RISERVATA