La terra scotta sotto i piedi - Il video In città 58,8 gradi la temperatura del suolo

La terra scotta sotto i piedi - Il video
In città 58,8 gradi la temperatura del suolo

Il video postato su YouTube: la temperatura del suolo sfiora i 60 gradi. E i metereologi annunciano notti dal caldo tropicale.

Il caldo africano, a lungo annunciato, è arrivato e in città la temperatura sfiora i 40 gradi. La terra scotta e il video girato a Bergamo da un cittadino e pubblicato su YouTube ne è la riprova. La temperatura del suolo in via Paleocapa sfiora i 58,8 gradi centigradi. La temperatura è stata rilevata con un attrezzo che di solito si usa per misurare le perdite di calore degli edifici (per capire dove e come fare il cappotto per esempio). Purtroppo, sempre secondo gli esperti, non potremo contare neppure su un po’ di refrigerio notturno. Per i metereologi ci attendono notti dal caldo tropicale.

«Ci attendono giornate molto calde e afose con l’anticiclone africano che arroventerà l’Italia almeno per tutta la settimana – conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega –. Il gran caldo interesserà soprattutto il Centronord dove sono attese massime fino a 34-36°C, ma con picchi di 38°C lungo il Po, zone interne di Toscana e Lazio, Umbria, se non superiori sulla Sardegna. Qualche grado in meno al Sud, ma comunque con clima pienamente estivo. L’afa si farà sentire, soprattutto in Valpadana e lungo le coste, dove gli elevati tassi di umidità potranno far percepire dal nostro organismo temperature superiori a quelle reali, anche fin oltre i 38-40°C. Farà caldo pure in montagna, specie sulle Alpi dove lo zero termico raggiunge i 4500m e le massime potranno superare punte di 30°C persino a 1000m di quota».

«Farà molto caldo anche di sera, quando le temperature in alcuni casi potranno ancora mantenersi oltre i 30°C – avverte Ferrara di 3bmeteo.com –. Mentre i valori notturni saranno in inesorabile aumento. Ci attendono dunque ‘notti tropicali’, con minime anche di 25-27°C specie nei grandi centri urbani e lungo le coste, con clima molto afoso».

«L’anticiclone non potrà impedire la formazione dei temporali di calore estivi, improvvisi, localizzati ma anche intensi. Mercoledì attenzione particolare alle Alpi e al Nordovest, mentre da venerdì il rischio aumenterà al Sud, in particolare tra Campania, Calabria, Sicilia e in generale lungo tutto l’Appennino centro-meridionale».

Non solo l’Italia ma anche gran parte d’Europa è alle prese con il grande caldo, con la sola eccezione delle Isole Britanniche. Caldo particolarmente anomalo in Scandinavia, dove per giorni si sono superati i 30°C oltre il Circolo Polare Artico, tanto che in Lapponia gli abitanti fanno il bagno insieme alle renne. Nel frattempo, il Mediterraneo si sta surriscaldando, con temperature dell’acqua vicine a quelle registrate nei Caraibi. Pesante ondata di calore è infine attesa sulla Penisola Iberica, con picchi vicini ai 50°C attesi sul Portogallo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA