L’Aids non è stato ancora sconfitto Cento nuovi casi all’anno a Bergamo

L’Aids non è stato ancora sconfitto
Cento nuovi casi all’anno a Bergamo

Aids, una malattia tutt’altro che sconfitta: a Bergamo sono quasi 2.800 le persone con Hiv/Aids note al sistema sanitario (circa 2,5 ogni mille abitanti).

Nella nostra provincia, nell’ultimo quinquennio, le nuove infezioni si sono attestate attorno alle 100 unità all’anno e la modalità di trasmissione prevalente è quella sessuale (etero e omosessuale). Un dato in linea con il trend nazionale,

L’infezione da Hiv è certamente calata, in termini numerici, rispetto agli anni ’80 e ’90, ma non si arresta: i malati di Aids in Italia sono stati, sin qui, più di 67mila e di questi circa 43 mila sono deceduti (mortalità del 65% circa). A questi dati va aggiunto un numero imprecisato di persone infette che non hanno ancora sviluppato la malattia e di cui una buona parte non è consapevole dell’infezione poiché non ha mai fatto il test per l’Hiv: si stima che il numero totale di persone viventi con Hiv/Aids in Italia possa essere di 160 mila circa.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola lunedì 30 novembre 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA