L’appello degli studenti a Totti:  «Basta spot sulle scommesse»

L’appello degli studenti a Totti:
«Basta spot sulle scommesse»

Migliaia di studenti italiani hanno sottoscritto un appello al capitano della Roma per invitarlo a non prestare più il suo volto per le pubblicità di scommesse.

«Caro Francesco, tu sei non solo un grande campione, ma rappresenti anche il calcio pulito, onesto, dell’impegno e della fedeltà alla squadra; hai una bella famiglia, sei disponibile ad azioni solidali e di sostegno a tanti meno fortunati di te: per molti giovani sei, quindi, un punto di riferimento e da imitare. Ci chiediamo, quindi, come sia possibile che tu ti sia prestato a pubblicizzare un gioco, apparentemente innocuo, ma che può danneggiare gravemente le persone e condurre alla dipendenza, come si dice velocemente alla fine dello spot, come se si trattasse di un pericolo di poco conto». È l’appello sottoscritto da 26 mila studenti al capitano della Roma Francesco Totti. La lettera è stata scritta dai ragazzi di una scuola di Prato e condivisa dall’associazione Movimento No Slot. «Siamo giovani e ci piace sognare, sognare un mondo dove i campioni come te si spendono per valori onesti e contribuiscono, con un semplice “NO” a salvare la vita di tanti, perché tanti sono coloro che si sono rovinati, cominciando magari a giocare numeri online, 24 ore al giorno, come invita a fare lo spot di cui sei protagonista. Caro Francesco, noi crediamo che sia possibile cambiare e costruire un mondo in cui l’interesse per il bene delle persone viene prima di quello economico e speriamo che tu faccia un gesto che potrebbe salvare la vita a molti: No al gioco d’azzardo, No agli spot che lo pubblicizzano».


© RIPRODUZIONE RISERVATA