L’arte e il suo valore tattile in Accademia Carrara

L’arte e il suo valore tattile
in Accademia Carrara

Continua il ciclo d’incontri per avvicinarsi all’arte con un approccio innovativo, questo l’invito di Accademia Carrara per scoprire la scultura grazie alla guida di mediatori ciechi.Diversi gli obiettivi per un progetto che ha già dato interessanti risultati in musei internazionali: la conoscenza del patrimonio museale da parte del pubblico non vedente e parallelamente la sperimentazione di approcci e metodi nell’ambito della mediazione delle opere d’arte; l’acquisizione, da parte degli educatori museali coinvolti, di competenze specifiche nell’ambito dell’educazione al patrimonio per pubblici con disabilità visive; la sperimentazione di attività inclusive, che prevedono l’interazione tra pubblico non vedente e vedente, anche di fasce d’età diverse; l’attivazione di contatti e collaborazioni con enti e istituzioni del territorio, valorizzando la rete di contatti e aumentando il coinvolgimento dei “non pubblici” del museo; - l’apertura del museo a nuove interpretazioni del patrimonio e la costruzione di una sensibilità condivisa dallo staff per i temi dell’accessibilità museale in chiave inclusiva.

Il calendario prevede 8 appuntamenti (alle ore 15.00): 30 novembre, 14 dicembre, 18 gennaio, 22 febbraio, 21 marzo, 18 aprile, 9 maggio e 6 giugno con visita guidata e prenotazione obbligatoria.Per info, telefono 035/234396.



© RIPRODUZIONE RISERVATA