L’Atalanta vince il bando dello stadio «Contenti e soddisfatti del verdetto»

L’Atalanta vince il bando dello stadio
«Contenti e soddisfatti del verdetto»

L’Atalanta si aggiudica il bando dello stadio, che ora è di sua proprietà. Poco dopo le 9 di mercoledì 10 maggio sono state aperte le due buste contenenti le offerte depositate lunedì mattina da Atalanta e Albinoleffe.

Il presidente nerazzurro Antonio Percassi ha messo sul piatto il 10% in più rispetto alla base d’asta quindi in totale 8 milioni 608 mila euro, la proposta dell’Albinoleffe invece è stata giudicata inammissibile. L’Atalanta è riuscita a vincere il derby contro la Celsete, che contro ogni pronostico ha deciso di tentare l’acquisto a sorpresa. Il Comune di Bergamo quindi da oggi non è più proprietario dell’Atleti azzurri d’Italia, gestito al 100% dalla società nerazzurra. All’apertura delle buste era presente il direttore generale Roberto Spagnolo: «Siamo contenti e soddisfatti tutto è stato fatto nella massima trasparenza. Il presidente è stato avvisato e ha espresso la sua soddisfazione». Potrete leggere tutti i commenti e le reazioni su L’Eco di Bergamo di giovedì 11 maggio.

Il bando di vendita prevede che il vincitore metta in cantiere la riqualificazione dell’impianto e dell’area attorno ad esso. L’occhio dei tifosi è rivolto soprattutto al futuro dell’ormai ex comunale. Il progetto non è stato ancora ufficialmente presentato dall’Atalanta, anche per evitare possibili intoppi legali in vista dell’aggiudicazione. L’Eco di Bergamo lo ha descritto più volte in dettaglio: non più ovale, ma rettangolare, all’inglese, con l’abbattimento e la ricostruzione delle attuali curve. In totale l’investimento complessivo si aggira sui 25 milioni di euro a cui va aggiunto il costo di acquisto per un’operazione totale vicino ai 35 milioni.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 11 maggio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA