Lavori in via Corridoni e San Colombano «Interventi attesi da decenni»

Lavori in via Corridoni e San Colombano
«Interventi attesi da decenni»

Al via nuovi lavori per la messa in sicurezza di percorsi pedonali davanti a edifici di rilevanza pubblica: nel 2018 Palazzo Frizzoni interverrà in altre cinque zone della città, lavori che si aggiungono ai numerosi interventi effettuati nel 2017 e che hanno coinvolto spazi antistanti a scuole e edifici di interesse pubblico. I lavori dureranno complessivamente 120 giorni, per un investimento complessivo di 300 mila euro.

Il progetto mira a garantire una maggiore sicurezza della fascia di utenti della strada più debole, soprattutto ai pedoni, in punti critici della città sia dal punto di vista viabilistico (intersezioni pericolose, strade molto trafficate, etc.) sia per l’elevata concentrazione di persone (scuole, supermercati, fermate bus, parchi pubblici etc.). Tre sono le principali tipologie di intervento: miglioramento dell’accessibilità, miglioramento della percepibilità degli attraversamenti pedonali e riduzione della velocità delle automobili.

In questo ambito, grandissimo valore acquista l’intervento in via San Colombano, davanti alla chiesa del quartiere. Da decenni i residenti del quartiere chiedono un intervento di riordino della strada, in modo da proteggere i frequentatori dell’oratorio, della chiesa e delle attività commerciali che si affacciano sul piazzale. I lavori che si svolgeranno nell’estate 2018 prevedono soluzioni come la riduzione dei raggi di curvatura e la riduzione delle misure della carreggiata stradale in modo da limitare la velocità dei mezzi in transito. Non solo: sarà inoltre realizzata una piattaforma rialzata in corrispondenza del piazzale antistante la chiesa.

Via Negrisoli

Via Negrisoli

Via dei Bersaglieri

Via dei Bersaglieri

Via Crocefisso

Via Crocefisso

Via Mazzini

Via Mazzini

Ma anche altri interventi molto significativi sono previsti in città nell’ambito del progetto approvato nei giorni scorsi dalla Giunta del Comune di Bergamo. Prendiamo ad esempio via dei Bersaglieri, la strada che collega la rotonda di via delle Valli a Gorle: da sempre la via è impraticabile per i pedoni sul lato destro in uscita dalla città, tanto che i residenti del civico 28 non possono nemmeno raggiungere la fermata Atb della via. Grazie all’intervento del Comune di Bergamo sarà finalmente realizzato un marciapiede proprio a partire dal civico 28 verso il confine comunale di Gorle, con la realizzazione di un attraversamento pedonale semaforizzato proprio all’altezza della fermata Atb, non lontano del civico 12 della via. L’Amministrazione risponde così a un’altra delle richieste storiche degli abitanti dell’area.

Lavori in corso anche in via Corridoni: l’anno prossimo scatterà l’intervento di ridisegno delle intersezioni stradali con le vie Pellico e Negrisoli con l’inserimento di isole spartitraffico a protezione degli attraversamenti pedonali e la realizzazione di un tratto di marciapiede in via Negrisoli. Un intervento questo molto importante se si considera la presenza della fermata della Tramvia della Val Seriana proprio in via Negrisoli, fermata che rende quindi l’area molto frequentata e strategica per gli spostamenti dal quartiere verso il centro e la Val Seriana.

Anche via Crocefisso è destinata a vedere migliorata e incrementata la sicurezza pedonale: il progetto dei Lavori Pubblici del Comune di Bergamo prevede la realizzazione di due piattaforme rialzate, una a nord dell’intersezione con la via Rosolino Pilo e una a circa 100 metri a valle dell’intersezione con la via Rosolino Pilo, in corrispondenza del parcheggio al civico 39. Sono aree residenziali ai lati di una strada che spesso viene percorsa a velocità sostenute, visto che non vi sono grossi problemi di traffico. In via Rosolino Pilo vi sono inoltre importanti strutture sportive, che sono frequentate lungo tutto l’arco dell’anno da persone di tutte le età: è per questo motivo di fondamentale importanza migliorare la sicurezza pedonale nell’area.

Accanto a questi interventi, vi è anche la realizzazione di un impianto semaforico a chiamata per l’attraversamento pedonale in via Mazzini. Il semaforo sarà posto in corrispondenza della Clinica Castelli, una zona con forte presenza di pedoni.

In tutte le strade oggetto dei lavori, inoltre, si provvederà alla messa in quota delle cordonature esistenti per la formazione delle rampe di raccordo dei marciapiedi con la carreggiata stradale, alla sistemazione della pavimentazione stradale, alla realizzazione di attraversamenti pedonali utilizzando percorsi tattili per ipo- e non-vedenti con linguaggio tipo «Loges-LVE», al rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale, all’adeguamento della rete di smaltimento delle acque meteoriche con l’inserimento di nuove caditoie stradali o lo spostamento di quelle esistenti.

«Sembrano piccoli interventi – spiega ll’assessore ai Lavori Pubblici Marco Brembilla –, ma io li considero di importanza altissima per quello che sarà l’impatto sulla città. Le richieste dei cittadini perché si eseguano questi lavori sono state inascoltate per decenni: il fatto che nel 2018 si intervenga in questi quartieri rappresenta per me il segno di un’attenzione alle persone e alle loro esigenze quotidiane. Prosegue un piano che il mio assessorato ha avviato nei mesi scorsi, pensiamo solo alla realizzazione del marciapiede in via delle Tofane o alla riqualificazione di un tratto di via Lunga che è stato terra di nessuno per molti anni. Io credo che questi interventi puntuali saranno i più sentiti e apprezzati tra i lavori in previsione nel 2018 a Bergamo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA