Le penne nere bergamasche a Trento Su «L’Eco» di oggi due pagine sugli alpini

Le penne nere bergamasche a Trento
Su «L’Eco» di oggi due pagine sugli alpini

Le prime penne nere bergamasche sono arrivate a Trento, dove tutto è pronto per la 91esima adunata nazionale, la quinta che si svolge in questa città dopo le edizioni del 1922, 1938, 1958 e 1987.

Anche da Bergamo sono iniziate le partenze e saranno probabilmente diecimila le persone presenti nelle giornate di sabato e domenica. «Tra i 100 mila che sfileranno mi aspetto che i nostri alpini siano almeno 5 mila - dice il presidente della sezione di Bergamo Giovanni Ferrari -. Il numero maggiore tra alpini e famiglie (che potrebbero raddoppiare le presenze targate Bergamo) sarà in città tra sabato e lunedì. Sappiamo che c’è il tutto esaurito a Trento, Rovereto, Bolzano e anche nelle valli laterali. Sarà una grande adunata. Gli alpini verranno accolti con affetto come sempre. E l’organizzazione è ormai collaudata, dopo le prime normali difficoltà, tutto è andato bene». Un’edizione importante, quella del 2018, che sancisce la chiusura delle celebrazioni per il centenario della Prima Guerra mondiale, iniziate quattro anni fa.


Due pagine di approfondimento sugli alpini acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 10 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA