Lettere inviate da Ats agli artigiani «Attenzione, si tratta di un falso»

Lettere inviate da Ats agli artigiani
«Attenzione, si tratta di un falso»

Lettere intestate «Regione Lombardia Sistema Socio Sanitario» e con la scritta «massima urgenza» che invitano i titolari di attività a mettersi in regola al fine di evitare la diffusione del Covid-19.

L’Agenzia di tutela della salute segnala che sono state recapitate ad alcuni artigiani della Bergamasca lettere intestate «Regione Lombardia Sistema Socio Sanitario» e con la scritta «massima urgenza» che invitano i titolari di attività a mettersi in regola specificamente per quel che riguarda i servizi igienici presso le attività produttive, al fine di evitare la diffusione del Covid-19. Si tratta di comunicazioni false e ingannevoli, fa sapere Ats Bergamo.

Ats ha già allertato le associazioni imprenditoriali di riferimento (Cna, Unione Artigiani e Confartigianato) perché avvertano i loro associati di queste note in circolazione e ha sporto denuncia in Questura contro ignoti.

«Sono lettere del tutto false, non solo nei contenuti ma anche per quel che riguarda la carta intestata e la firma apposta in calce, che è stata contraffatta – evidenzia il dottor Paolo Cogliati, direttore amministrativo di Ats Bergamo –. La comunicazione, inoltre, riporta informazioni evidentemente false e raccomandazioni che non hanno evidenze scientifiche. Invitiamo gli artigiani, ma anche quanti dovessero ricevere comunicazioni analoghe, a non tenerne conto. Mi spiace constatare come, in un momento di grave emergenza, vi sia qualcuno che tenti di approfittare della situazione in questo modo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA