Libro sulla passerella, debutto mondiale Contesa tra il Sebino e Basilea

Libro sulla passerella, debutto mondiale
Contesa tra il Sebino e Basilea

Per la presentazione ufficiale del maxi volume di The floating piers, Christo preferirebbe la città svizzera, culla dei collezionisti, ma i sindaci di Sulzano e Monte Isola sperano che l’artista ci ripensi e lo faccia sul lago.

Christo torna sul lago d’ Iseo anche dopo la chiusura del cantiere di The floating piers. E lo fa per un paio di giorni, giusto il tempo di chiudere le ultime pratiche, senza dimenticarsi di rivedere gli amici di sempre e fare il punto sui prossimi appuntamenti. Guai, infatti, a considerare l’ installazione un capitolo chiuso per il Sebino. In campo ci sono la presentazione mondiale del maxi libro dedicato all’ opera d’ arte, un documentario e una mostra internazionale da allestire in una città d’ arte italiana.

Insomma, l’ onda lunga della passerella deve ancora investire l’ Iseo. «Christo è tornato sul lago giovedì giusto per un paio di giorni - spiega Fiorello Turla, sindaco di Monte Isola - e ha voluto invitarci a cena. Ogni volta è come stare fra amici. La sua carica è quella di sempre, è solo un po’ più rilassato. Come tutti noi, del resto. In programma ci sono ancora parecchi appuntamenti da organizzare insieme». Resta, però, il nodo della sede. Quale città ospiterà l’ anteprima mondiale della presentazione del libro?

Pare che la partita sia ancora tutta da giocare. Da un lato, infatti, Christo spingerebbe per organizzare l’ anteprima a Basilea, in Svizzera (culla di collezionisti d’ arte) e la seconda presentazione sul lago d’ Iseo. Dall’ altro, gli amministratori del Sebino gli avrebbero strappato una promessa: «Ci penserà ancora su - dice Ida Bottanelli, consigliere comunale di Sulzano -. Certo è che ospitare l’ anteprima mondiale sul lago sarebbe un’ altra occasione preziosa da non perdere. Non tanto in termini di afflusso turistico quanto di richiamo mediatico».


© RIPRODUZIONE RISERVATA