Linea dura contro il centro islamico Multe a chi prega intralciando la strada

Linea dura contro il centro islamico
Multe a chi prega intralciando la strada

Prima c’è stato il tempo del dialogo, con le febbrili trattative tra le due principali associazioni di musulmani in città, in rotta da mesi e il Comune a fare da mediatore. Ora è il tempo della pazienza finita. E Palazzo Frizzoni decide di non perdere ulteriore tempo con chi si è dimostrato sordo in questi ultimi mesi e licenzia un’ordinanza che ha tutto il sapore di uno strumento dissuasivo.

Chiunque intralci il passaggio pedonale su suolo pubblico o l’ingresso a edifici pubblici o privati sarà sanzionato con una multa da 100 a 200 euro. L’ordinanza, pubblicata lunedì sull’albo pretorio del Comune, richiama quanto già previsto dal regolamento di polizia locale, con una specifica attenzione alla situazione di via Cenisio (che viene infatti specificata in premessa).

Proprio qualche giorno fa, in Consiglio Comunale, l’assessore Giacomo Angeloni, dopo aver incontrato i due gruppi, aveva detto che «i musulmani di Bergamo con i loro litigi stanno sbagliando tutto e stanno perdendo un’occasione. Giovedì 14 luglio, io e l’assessore alla Sicurezza Sergio Gandi, porteremo la vicenda al tavolo della sicurezza in programma in prefettura. Per noi ora questa vicenda è una questione di ordine pubblico. Non vedo altra soluzione».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 19 luglio 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA