L’Isis rivendica l’attentato di Manchester La prima vittima è la 18enne Georgina

L’Isis rivendica l’attentato di Manchester
La prima vittima è la 18enne Georgina

Secondo un’agenzia Ansa, l’Isis avrebbe rivendicato l’attentato di questa notte al termine dello show della popstar americana Ariana Grande alla Manchester Arena. E intanto è stata identificata la prima vittima Georgina 18enne grande fan di Ariana.

l’Isis rivendica attacco di Manchester, lo afferma l’Ansa che riprende una notizia di un’agenzia internazionale. La rivendicazione, la cui attendibilità è ancora da verificare, sarebbe apparsa su un sito vicino all’organizzazione terroristica.

Georgina Callender, 18 anni prima vittima accertata dell’attentato (da Twitter)

Georgina Callender, 18 anni prima vittima accertata dell’attentato (da Twitter)

Georgina Callender, 18 anni, era una grande di Ariana Grande. Era corsa ad ascoltarla dal vivo anche due anni fa e alla fine del concerto si era pure fatta scattare la foto con la sua star preferita. Domenica, alla vigilia dell’appuntamento alla Manchester Arena, aveva postato un tweet sull’account della cantante: «So excited to see you tomorrow» (così eccitata di vederti domani). Georgina, secondo quanto riportano i giornali britannici, è la prima vittima con un nome, anche se per ora la conferma arriva solo dai suoi amici, via social network.«Mia bellissima amica, spero tu riposi in pace. Ti amo e mi mancherai sempre», scrive postando un cuoricino spezzato Sophie. Secondo i media, la teenager era rimasta gravemente ferita nel corso dell’attacco ed è morta in ospedale con la madre al suo fianco.


© RIPRODUZIONE RISERVATA