Lucia (106), Assunta (104) ed Elga (102) La provincia perde tre ultracentenarie

Lucia (106), Assunta (104) ed Elga (102)
La provincia perde tre ultracentenarie

Lunedì i funerali delle tre donne di Scanzorosciate, Ponteranica e Bergamo
Lucia, 106 anni, fondò il Circolo pensionati. Elga, 102, circumnavigò l’Africa per tornare a casa.

La nostra provincia perde tre donne che cullavano la storia e la cultura di una Bergamo ormai andata. Quella dei primi anni del ’900, della Prima e Seconda Guerra Mondiale, del Fascismo, della Liberazione e del dopoguerra, sino ai nostri giorni. Tre ultracentenarie se ne sono andate nel fine settimana. Testimoni di un lungo tratto di storia della nostra terra.La più longeva di tutte era Lucia Patelli di Scanzorosciate, deceduta sabato, che ci saluta dall’alto dei suoi 106 anni. Una vera custode di cultura, Lucia, che, come ricorda il sindaco Davide Casati, «fino a poco tempo fa era un’utente della nostra biblioteca e prendeva in prestito molti libri». Lettrice accanita, nonostante l’età e anche una delle fondatrici, circa 45 anni fa, del Circolo pensionati di Scanzorosciate.

Assunta Quarti, invece, aveva 104 anni, era di Ponteranica e se ne è andata venerdì. Lascia i figli Adriana, Renato, Bruna, Maurizio, Valeria, Luisa e i nipoti. I funerali si celebrano oggi alle 15 nella parrocchiale di Ponteranica.

La più giovane, si fa per dire, era Elga Maini che aveva superato il traguardo dei cento da 2 anni. Nata a Mantova il 2 marzo 1916, si era sposata diciottenne per procura con Pilade. Il marito era un dirigente della Banca Nazionale del Lavoro e all’epoca si trovava in Eritrea.


Leggio di più acquistando a 0.99 euro la copia digitale del 12 marzo 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA