L’Università di Bergamo taglia le tasse Scopri su L’Eco tutte le novità

L’Università di Bergamo taglia le tasse
Scopri su L’Eco tutte le novità

Tagli delle contribuzioni per tutti gli studenti in corso. Prevista l’esenzione dal pagamento per i redditi inferiori a 18 mila euro.

Una buona notizia per i 18 mila studenti dell’ateneo orobico e per le loro famiglie: l’Università di Bergamo taglia le tasse. Rimaste congelate negli ultimi tre anni, dal 2018-2019 saranno ridotte per tutti gli studenti in corso. Senato accademico e Cda hanno dato il via libera alla riduzione delle contribuzioni studentesche per tutte e sette le fasce Iseeu, eccezion fatta per gli studenti fuori corso. La «no tax area» sarà ampliata sino ai redditi inferiori ai 18 mila euro (la soglia precedente era di 13 mila, come previsto dalla legge). Novità in vista per gli studenti che hanno scelto il part-time (in gran parte studenti lavoratori) e che normalmente conseguono la laurea triennale in sei anni rispetto ai tre degli studenti a tempo pieno e per la magistrale hanno bisogno di quattro anni. Gli iscritti a tempo parziale potranno spalmare il pagamento delle tasse su più anni pagando il 50% della quota annuale, così da arrivare a fine percorso avendo versato contributi per tre anni ed evitando di andare fuori corso. Su L’Eco di Bergamo in edicola tutte le novità.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 16 maggio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA