Malpensata, inaugurato il nuovo parco Porte aperte ai giovani con «Spazio Gate»

Malpensata, inaugurato il nuovo parco
Porte aperte ai giovani con «Spazio Gate»

Il parco della Malpensata ha nuovo volto. Verde, ovviamente. E’ stato inaugurato martedì mattina dal sindaco Giorgio Gori.

Più che un restyling, per i quasi 12 mila metri quadri dell’area quello voluto da Palazzo Frizzoni è stato un vero e proprio intervento di completo rifacimento, con l’amministrazione che per il rilancio della zona – in passato spesso al centro di episodi di microcriminalità che avevamo portato ad una progressiva disaffezione di residenti e non – ha puntato sul verde. Non solo quello delle varie piantumazioni decise per il parco, ma anche e soprattutto quello, simbolico, del target privilegiato del progetto, i giovani. Che, dalla tenera età fino all’adolescenza (e anche qualcosa di più) potranno trovare, nel contesto del parco, un’area dedicata alle loro esigenze. Ben 91 mila dei 155 mila euro complessivi dell’investimento stanziato dal Comune per la fornitura e posa in opera di attrezzature (il cantiere, avviato a novembre 2015, in totale ha previsto un investimento di circa un milione) riguardano, ad esempio, il nuovo spazio gioco dedicato ai bimbi, un’area dove, oltre ai classici giochi a molla e altalene, i bambini potranno divertirsi (nella sicurezza di un selciato interamente protetto con pavimentazioni antitrauma) con strutture multiattività di ultima generazione.

Ma non solo: l’intervento ha previsto la realizzazione di una struttura di 200 metri quadri destinata ad ospitare attività ricreative e culturali, e che sarà il cuore del nuovo parco. Si chiama «Spazio Gate». L’idea, condivisa con il quartiere, è quella di replicare nella zona i modelli vincenti di Edoné e Polaresco, affidando la gestione dell’edificio (che, di fatto, fungerà anche da presidio della zona) ad un’impresa giovanile pronta a fornire servizi e ad organizzare attività rivolte ai giovani: il bando è stato vinto da Empeiria, una cooperativa sociale di under 30 già conosciuta in città soprattutto per le sue attività di doposcuola al Villaggio degli Sposi.

La loro progettualità è stata premiata tra le proposte pervenute al Comune. «Abbiamo partecipato al bando per sperimentare nuovi servizi rivolti ai cittadini – spiega Stefania Ravanelli –. Considerando il tipo di quartiere e il fatto che per il parco della Malpensata il centro giovanile è una cosa nuova, per noi è una bella sfida. L’obiettivo è interagire con le persone che vivono il territorio e offrire un servizio nuovo alla città». Il Gate si affianca allo spazio Polaresco di Loreto e all’Edoné di Redona. Negli spazi dentro il parco della Malpensata, sono previste diverse attività. Empeiria, che si avvarrà di un gruppo di lavoro di sette persone dai 21 ai 29 anni, ha vinto il bando del Comune di Bergamo con 82 punti sui 100 disponibili, riuscendo a imporsi su altri tre concorrenti. «Abbiamo puntato – spiega il presidente Marco Rota – su un’offerta studiata appositamente per i giovani con serate di musica live, laboratori del gusto e, nel periodo estivo, un vero e proprio chiringuito. Proporremo anche attività legate all’educazione e all’istruzione, lasciando la possibilità agli universitari di studiare fino alle 24». La cooperativa, inoltre, collaborerà con il Centro Meta del Patronato San Vincenzo e con l’istituto Abf di Bergamo per stage e tirocini.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 22 marzo 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA