Mappatura delle barriere architettoniche All’appello risponde solo 1 comune su 3

Mappatura delle barriere architettoniche
All’appello risponde solo 1 comune su 3

Alla richiesta della Provincia di verificare l’adeguamento dei comuni alla normativa sulle barriere architettoniche, ad oggi soltanto un terzo ha risposto all’appello, «un dato statisticamente poco significativo» spiega la consigliera Federica Bruni.

Un risultato deludente, a dimostrazione della scarsa attenzione verso i problemi della disabilità. Solo un terzo dei Comuni bergamaschi ha risposto all’appello della Provincia di fornire i dati sul superamento delle barriere architettoniche per poi procedere a una mappatura del territorio. Obiettivo individuare le criticità e eventualmente cercare di affrontarle e superarle. La commissione provinciale che se ne occupa, ha preso in esame i primi risultati di una ricognizione effettuata presso le amministrazioni comunali per verificare l’adeguamento alla normativa sulle barriere architettoniche, con l’obiettivo di redigere una mappatura e diffondere i dati raccolti. «Purtroppo ad oggi soltanto un terzo dei Comuni ha risposto all’appello, un dato statisticamente poco significativo - spiega la consigliera Bruni -. Abbiamo programmato di effettuare un ultimo sollecito per avere i dati completi entro fine aprile per poter ottenere un risultato più efficace».

E’ stato deciso di realizzare un seminario formativo rivolto ai professionisti competenti nella materia in oggetto e agli operatori pubblici dei servizi tecnici e sociali e/o addetti all’accoglimento delle domande per l’abbattimento e/o superamento di barriere architettoniche nelle abitazioni. Questo seminario, ipotizzato per il pomeriggio del 19 maggio nell’Auditorium del Liceo Mascheroni di Bergamo, verrà organizzato dagli Ordini professionali presenti (Ordine degli Ingegneri, Collegio dei Geometri e Ordine degli Architetti) con la collaborazione della Provincia. La Commissione ha ritenuto inoltre impostante proporre per il prossimo anno scolastico 2017/18 interventi formativi nelle scuole superiori e in particolare nell’indirizzo Costruzioni, ambiente e territorio (ex geometri), così come la programmazio


© RIPRODUZIONE RISERVATA