Medici dall’Albania in aiuto di Bergamo Fontana: la Lombardia vi dice grazie
La delegazione di medici e infermieri albanesi in aiuto di Bergamo e Brescia

Medici dall’Albania in aiuto di Bergamo
Fontana: la Lombardia vi dice grazie

Il presidente della Regione e il ministro Boccia hanno accolto la delegazione di medici e infermieri dall’Albania. Le parole del Primo ministro albanese Rama.

È atterrato all’aeroporto «Valerio Catullo» di Verona, riaperto in via straordinaria per l’occasione nella mattinata di domenica 29 marzo, il volo che trasporta il team, arrivato sabato a Fiumicino, composto da una trentina di medici albanesi sbarcati in Italia per aiutare il nostro Paese nell’emergenza Coronavirus. A bordo anche il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia. Questo nucleo di medici sarà destinato agli ospedali di Brescia e Bergamo, nella zone più colpite dalla pandemia. Ad accogliere Boccia e il team di medici albanesi il viceministro dell’Interno, Vito Crimi, arrivato a Villafranca di Verona con mezzi propri, e il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, il vicepresidente della Lombardia Fabrizio Sala.

Hanno voluto essere presenti sia il presidente della Lombardia Attilio Fontana che il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia all’arrivo all’aeroporto Catullo di Verona del contingente di 10 medici e 20 infermieri provenienti dall’Albania per aiutare l’ospedale di Bergamo e Brescia ad affrontare l’emergenza Coronavirus..

«Vi ringrazio per questa volta collaborazione che sarà sicuramente importante. Stiamo affrontando un momento difficile per la regione e il paese e sapere che ci sono paesi che ci dimostrano vicinanza è doppiamente utile» ha sottolineato il governatore.

«Spero che voi siate l’inizio della discesa verso la normalità» ha aggiunto il governatore.

«Volevo dirvi il grazie a nome del governo» ha sottolineato Boccia ricordando la vicinanza fra Albania e Italia per «questo gesto di fratellanza».

Le parole del Primo ministro albanese Rama che stanno facendo il giro del mondo


© RIPRODUZIONE RISERVATA