«Memoria è vita» celebra Gianfranco Maris Moni Ovadia dall’ex carcere di Sant’Agata
Moni Ovadia

«Memoria è vita» celebra Gianfranco Maris
Moni Ovadia dall’ex carcere di Sant’Agata

La Fondazione Memoria della Deportazione celebra Gianfranco Maris nel centenario della nascita. Domenica 24 gennaio lo spettacolo con Moni Ovadia dentro le mura del carcere in cui Maris fu imprigionato.

Un calendario di appuntamenti lungo tutto il 2021 dedicati a giovani e adulti per ricordare la figura di Gianfranco Maris, partigiano e deportato, fondatore della Fondazione Memoria della Deportazione.

Gianfranco Maris è stato protagonista della storia del 900: antifascista, partigiano, ex deportato, avvocato e Senatore della Repubblica. Fondatore della Fondazione Memoria della Deportazione, Presidente dell’Associazione Nazionale ex deportati nei campi nazisti (Aned) e Direttore Generale dal 2002 al 2013 dell’Insmli, ha saputo vivere appieno il Novecento con la consapevolezza del passato e l’immaginazione del futuro.

Nel 2021, in occasione del centenario della nascita, la Fondazione Memoria della Deportazione vuole ricordare la sua figura con un calendario di attività che permettano di restituire alla collettività un ritratto a tutto tondo di Maris, riportando l’attenzione sul lascito civile e culturale della sua esperienza di vita e attivando percorsi di cittadinanza attiva e maturazione civica. Convegni, pubblicazioni, percorsi artistici e interventi formativi: gli eventi del centenario «Memoria è vita» saranno dedicati alla memoria autobiografica, storica e collettiva e avranno luogo in coerenza con le ricorrenze del calendario civile, a sottolineare il legame tra singolo e collettività.

Con la consapevolezza che «La memoria è conoscenza e la conoscenza è matrice di coscienze vigili, avvertite, impegnate nella costruzione di una società aperta all’amore, alla giustizia e all’uguaglianza» (Gianfranco Maris), la Fondazione Memoria della Deportazione si propone di presentare un calendario di attività che non sia celebrazione autoreferenziale, ma stimolo alla crescita della nostra società civile.

Floriana Maris, Presidente della Fondazione Memoria della Deportazione introduce le attività del centenario: https://www.facebook.com/fondazionememoria/videos/1416012315410377

In occasione del Giorno della Memoria 2021 avranno luogo i seguenti eventi:

Giovedì 21 gennaio 2021 sarà nelle librerie il volume Gianfranco Maris, «Oltre Mauthausen. Sulle strade della giustizia, la globalizzazione dei diritti», a cura di Emanuele Edallo e con una prefazione di Enzo Collotti, per Mimesis edizioni.

Domenica 24 gennaio 2021 alle ore 18.00, grazie all’impegno del Comune di Bergamo, di Isrec e dell’Associazione Maite, nel quadro del progetto “Se quei muri potessero parlare”, all’interno dell’ExSa-Ex Carcere di Sant’Agata, dove Maris fu imprigionato prima di essere deportato, si terrà una lettura speciale da parte di Moni Ovadia, accompagnato da Maurizio Dehò (violino) e Nadio Marenco (fisarmonica). L’intervento sarà fruibile attraverso i canali social della Fondazione Memoria della Deportazione (www.facebook.com/fondazionememoria)

Giovedì 28 gennaio 2021 alle 17.30 in collaborazione con AIAP - Associazione italiana design della comunicazione visiva sarà lanciato il concorso di idee per la realizzazione di un manifesto in occasione del centenario della nascita di Gianfranco Maris. La presidente della Fondazione Memoria della Deportazione, Floriana Maris, e il presidente di AIAP, Marco Tortoioli Ricci presentano il bando in diretta streaming sui canali social della Fondazione Memoria della Deportazione e di Aiap.


© RIPRODUZIONE RISERVATA