Mense scolastiche, si cambia Ecco cosa si mangerà di nuovo

Mense scolastiche, si cambia
Ecco cosa si mangerà di nuovo

Durante la visita delle commissioni mense, sono state rese note le modifiche che verranno introdotte.

Come vengono cioè cucinati i nuovi piatti che, a seguito delle indicazioni di Ats, hanno sostituito gli insaccati nelle mense scolastiche? Crocchette di piselli, farinata di ceci, tortino di cannellini, lasagne al ragù di lenticchie. Alcuni dei nuovi piatti non hanno soddisfatto completamente tutti i palati dei grandi, ma non hanno nemmeno trovato grande opposizione. «Nel complesso la valutazione di genitori e insegnanti – aggiunge Gritti – è buona. Viene richiesto di tritare i legumi in alcuni piatti dove noi li lasciamo interi, una lavorazione che possiamo valutare di applicare. Tra i piatti proposti forse il tortino di cannellini è quello che riscuote meno successo mentre la polenta con le lenticchie non viene considerata un piatto in grado di incontrare il gradimento dei piccoli».

Le azioni promosse da amministrazione, Ats e Sercar arrivano anche a seguito delle rilevazioni degli ultimi mesi nelle mense, «che hanno evidenziato percentuali di spreco – continua la dietista - piuttosto elevate per quanto riguarda i legumi presentati “tal quali” (per esempio le lenticchie in umido), attorno al 40%. Proprio per questo si è pensato di servire in queste giornate sempre un primo dal sicuro gradimento, come pasta in bianco o con pomodoro oppure riso in bianco».

La situazione migliora nel caso di legumi inseriti in ricette più elaborate. «Il gradimento è maggiore – continua – per ricette come “farinata di ceci” o “crocchette di piselli”, con percentuali di scarto che si attestano attorno al 25%, ma con differenze tra infanzia e primaria: alla primaria è decisamente più gradita la farinata mentre all’infanzia meglio la crocchetta di piselli».


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 25 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA