Mister X, il cacciatore di auto rubate La sua vita come un film d’avventura
Una Ferrari F40

Mister X, il cacciatore di auto rubate
La sua vita come un film d’avventura

Dove vanno a finire le auto rubate? Una buona parte nell’Est Europa, magari dopo essere transitate dal garage di un lussuoso albergo viennese che funge da deposito e rivendita, qualcuna di esse viene recuperata e torna a casa dal legittimo proprietario.

Quando succede, c’è lo zampino del recuperatore d’auto: in Italia ce n’è uno ed è di stanza a Bergamo, o meglio da queste parti trascorre una parte della sua vita, visto che - più in generale - si ritiene cittadino del mondo e ha appigli e appoggi ovunque. Mister X è un cacciatore di auto rubate: il suo biglietto da visita (vero) parla di recupero auto per conto terzi, la sua regola sono le quattro «r», ricerco, ritrovo, recupero, riconsegno.

The Hunter, il cacciatore, ha superato i sessanta e da più di vent’anni fa questo mestiere: in carriera ha recuperato migliaia di automobili di lusso e il conto è stato perso da tempo. Sempre agendo non lontano dal confine del lecito, ma senza oltrepassarlo: tra una pistolettata e infinite minacce subite, la sua vita ha assunto spesso i contorni di un film con particolari da fantascienza.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola giovedì 26 novembre 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA