Misure antismog, il Pm10 non molla  Sforati i limiti nei primi due giorni

Misure antismog, il Pm10 non molla
Sforati i limiti nei primi due giorni

Nonostante l’entrata in vigore anticipata delle misure antismog, a Bergamo il consueto blocco delle auto inquinanti non sembra dare i risultati sperati.

Nei primi due giorni del provvedimento la centralina Arpa di via Garibaldi ha registrato una concentrazione di Pm10 superiore ai limiti imposti dall’Unione europea: 54 microgrammi per metro cubo lunedì, 84 nella giornata di martedì (il limite è di 50 microgrammi per metro cubo). Come ogni anno, ma nel 2017 con 15 giorni in anticipo, Regione Lombardia ha mandato in letargo i veicoli a benzina euro 0 e diesel euro 0, 1 e 2, adeguandosi a quanto già accade in altre zone d’Italia. Non sempre, ma dal lunedì al venerdì (escluse le giornate festive infrasettimanali) dalle 7,30 alle 19,30, e fino al 31 marzo 2018. La limitazione riguarderà in media il 10% dei 751.248 veicoli circolanti nella Bergamasca.

In percentuale, i più colpiti saranno i veicoli industriali pesanti: di questi, a doversi fermare saranno ben 5.108 su 11.467. Poi ci sono i furgoni, 17.053 su 80.247 e le autovetture, che invece sono molto più numerose in termini assoluti: quelle che non possono circolare sono 53.836 su 659.534 circolanti. Secondo i dati elaborati dall’Aci, il 57% di queste (30.316) viaggiano a benzina, le altre a diesel.


© RIPRODUZIONE RISERVATA