Monopattini in città senza regolamento «Rimandata la sperimentazione»

Monopattini in città senza regolamento
«Rimandata la sperimentazione»

«Aspettiamo di vedere cosa succede a Milano e Torino, città già avanti nella sperimentazione dei monopattini elettrici, poi dopo un mese li chiamerò e chiederò loro cosa va e cosa non va». Parole dell’assessore alla Mobilità di Bergamo Stefano Zenoni.

«Nnon ho fretta di avere i monopattini domani per come stanno le cose ora, ma non voglio nemmeno aspettare due anni, sono positivo, saremo i secondi»: è la risposta dell’assessore alla mobilità Stefano Zenoni alle nuove sfide della micromobilità discusse nella sala consiliare di Palazzo Frizzoni alla presenza delle forze di polizia locale nell’ambito della settimana della mobilità.

Sul banco il tema caldo dei monopattini elettrici, tuttora bloccati dalla confusione normativa del decreto Toninelli del 4 giugno scorso. Quelli che la comandante della polizia locale di Bergamo Gabriella Messina chiama «mezzi elettrici comodi, economici e anche simpatici, ma che bisogna capire come gestirli» hanno già invaso Milano e Torino, dove tra un mese circa prenderà il via una sperimentazione che lascia ancora tanti dubbi in materia di sicurezza stradale. A Bergamo ne sfreccia già qualcuno, ma per ora le multe non sono scattate. Non usa mezzi termini il comandante della polizia locale di Torino - che autorizzerà la circolazione di monopattini e Segway nelle aree 30 e sulle piste ciclabili - nel definire il Decreto Toninelli «inattuabile per come scritto, una norma moribonda che ha lasciato l’onere ai Comuni», sentenzia Emiliano Bezzon.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 17 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA