Monopoly edizione Bergamo È subito mania, gioco sold out
Coda a Seriate

Monopoly edizione Bergamo
È subito mania, gioco sold out

A ruba negli Iper l’edizione orobica a sostegno del Fondo Covid. Coda a Seriate, il sindaco ai cittadini: «Serve responsabilità, evitate assalti».

Boom di richieste per l’edizione bergamasca del Monopoly, in vendita da venerdì 20 novembre in 7 mila confezioni nei punti vendita Iper della provincia con il duplice obiettivo di rilanciare l’immagine di Bergamo e sostenere il fondo di solidarietà aperto dal Comune capoluogo per l’emergenza Covid.

Sui social network venerdì pomeriggio sono apparse in particolare alcune foto e un video della coda all’Iper di Seriate, immagini che hanno fatto storcere il naso a molti, compresa la giornalista Selvaggia Lucarelli, che le ha rilanciate su Facebook e Instagram. Un afflusso «imprevisto» (tanto per restare in tema di Monopoly), per di più in periodo di «zona rossa» come questo. Al supermercato, ieri pomeriggio è stata presente anche la polizia locale di Seriate per monitorare la situazione, d’intesa con il punto vendita. Situazione che si è poi normalizzata, una volta esaurite le confezioni. Il gioco a Seriate era disponibile dalle 17 e, a quanto si è potuto apprendere, dopo circa un quarto d’ora era già sold out: sugli scaffali sono rimaste alcune scatole di Monopoly di altre edizioni, ma altre copie «bergamasche» del gioco saranno disponibili a breve. Nessun commento dal punto vendita, mentre il sindaco di Seriate, Cristian Vezzoli, coglie l’occasione per fare un appello «al senso di responsabilità dei cittadini, per evitare corse all’acquisto di prodotti che, come questo, non sono di prima necessità. Il Monopoly Bergamo è una bella iniziativa, con finalità benefiche, ma tutti - tante persone vengono a fare la spesa all’Iper di Seriate anche dai Comuni limitrofi - dobbiamo ricordarci che in questo periodo difficile bisogna essere attenti e rispettosi, evitando qualsiasi situazione di rischio».

A ruba anche a Orio

Anche all’Iper di Orio, all’interno del centro commerciale Oriocenter, il gioco era disponibile dal tardo pomeriggio di ieri ed è andato a ruba, «ma non ci sono stati problemi di assembramento», spiega il direttore di Oriocenter, Ruggero Pizzagalli, sottolineando che «sono stati correttamente informati tutti i clienti, compresi quelli che hanno telefonato prima, sulla disponibilità e la distribuzione del gioco». «Saranno disponibili altre copie nei prossimi giorni», aggiunge Pizzagalli.

A richiamare tanti acquirenti nel primo giorno di vendite non è stato solo il fatto che l’edizione Bergamo del Monopoly è a tiratura limitata, ma anche la finalità benefica del progetto: parte del ricavato (l’equivalente di 300 pezzi, circa 10 mila euro) sarà infatti devoluto al Fondo di mutuo soccorso, istituito dal Comune di Bergamo allo scoppiare dell’emergenza pandemica per dare una risposta alle fasce più deboli.

Il gioco è sugli scaffali degli Iper «La grande i» della provincia grazie ad un accordo stretto tra Winning Moves, Comune di Bergamo, che ha acconsentito all’uso dello stemma, e Finiper, la nota catena di ipermercati. L’edizione celebra anche gli 85 anni del Monopoly, nato nel 1935 e diffuso in 114 Paesi del mondo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA