Mura, a breve il verdetto Unesco - Video  Bergamo si prepara e spera nella vittoria

Mura, a breve il verdetto Unesco - Video
Bergamo si prepara e spera nella vittoria

La delegazione bergamasca è arrivata a Cracovia e il conto alla rovescia è cominciato. Entro domenica sapremo se l’Unesco ha riconosciuto le Mura venete patrimonio dell’umanità.

La commissione - composta da 21 membri di altrettanti Paesi del mondo riuniti in seduta plenaria al Palazzo dei Congressi della città polacca - nel fine settimana dovrà vagliare 31 candidature di siti «culturali» (tra questi quello delle opere di fortificazione della Serenissima) e cinque candidature di siti «naturali». Le delegazioni sono tenute ad assistere alla discussione e possono essere interpellate dai commissari per spiegazioni e chiarimenti dell’ultimo minuto. Valutata la proposta, i commissari emettono il verdetto pubblicamente. Tempi veloci, si tratta solo di capire quando toccherà a Bergamo, dal momento che l’agenda dei lavori viene stabilita giorno per giorno.

Difficilmente Unesco boccia le candidature «raccomandate» dal Consiglio internazionale dei monumenti e dei siti. Icomos ha ridotto da undici a sei le località in corsa e ha rivisto il nome della candidatura («Le opere di difesa veneziane tra il XVI e il XVII secolo-Dallo Stato di terra allo Stato di mare»), ma ha apprezzato l’autenticità, l’integrità e il valore storico-culturale delle fortificazioni candidate, sottolineando che «i siti individuati testimoniano eccezionalmente le caratteristiche del sistema difensivo “alla moderna”». Le raccomandazioni non sono mancate e sono di buon augurio.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola l’8 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA