Non pagava il pedaggio sull’A4 Un anno e due mesi di reclusione

Non pagava il pedaggio sull’A4
Un anno e due mesi di reclusione

È stato condannato un 48enne di Bonate Sopra che nel 2012 pensava di farla franca. Ecco come faceva a non pagare.

Due le tecniche messe in atto per «saltare» il pagamento dei caselli dell’A4. Si accodava a un veicolo provvisto di Telepass in prossimità del casello di uscita, per poi accelerare repentinamente, riuscendo così a transitare prima della chiusura della sbarra. Oppure dopo aver ritirato il biglietto di ingresso, al momento di saldare al casellante si giustificava dicendo di aver smarrito il portafogli e, per questo, di non avere a disposizione denaro contante.

Si tratta del comportamento di un 48enne di Bonate Sopra, che per lavoro, qualche anno fa (la contestazione di reato è riferita al 2012), è transitato con la sua utilitaria decine di volte senza pagare dai caselli autostradali dell’ A4 nella Bergamasca così come a Trezzo d’ Adda. L’automobilista si è ritrovato prima sotto processo per truffa e poi condannato a un anno e due mesi di reclusione e 400 euro di multa. In primo grado dal Tribunale di Milano e dalla quarta Corte d’ Appello del capoluogo lombardo (il verdetto definitivo lunedì 2 ottobre).


© RIPRODUZIONE RISERVATA