«Non si esce da scuola senza genitori» Altri presidi preparano il divieto

«Non si esce da scuola senza genitori»
Altri presidi preparano il divieto

I dirigenti ribadiscono la validità del principio della «culpa in vigilando» e lasciano qualche mese alle famiglie per organizzarsi, ma al rientro dalle vacanze di Natale non ci saranno scuse: i ragazzi torneranno a casa solo se accompagnati.

Qualche mese di tempo, nell’attesa (e nella speranza) che arrivi un intervento legislativo a sciogliere ogni dubbio, ma poi, se nulla dovesse cambiare, l’obbligo per tutte le famiglie, anche per quelle che hanno figli alle scuole medie, a presentarsi fisicamente e accompagnare i figli a casa alla fine delle lezioni.

I dirigenti dell’Ambito Territoriale scolastico 1 della Lombardia, quello cioè che comprende le Valli Brembana e Imagna, l’Isola e il Comune di Dalmine, dopo essersi riuniti e confrontati sul tema, hanno deciso che a partire dal prossimo 8 gennaio tutti gli alunni fino ai 14 anni dovranno essere ritirati, al termine delle lezioni, solo ed esclusivamente dai genitori o da loro delegati maggiorenni. Una risposta concreta alle dichiarazioni del ministro Valeria Fedeli in merito all’uscita autonoma da scuola degli alunni della secondaria di primo grado, dopo che una sentenza della Corte di Cassazione aveva condannato una scuola per un incidente a un ragazzino alla fine delle lezioni, proprio sul tragitto che dalla scuola lo stava riportando a casa.

La decisione dell’Ambito 1 è anche una prima indicazione su come si muoveranno anche gli altri Ambiti che si riuniranno nei prossimi giorni. E non mancheranno nuove polemiche.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale dell’Eco di Bergamo del 31 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA