Non solo truffe ai danni degli anziani Attenzione alle vendite di prodotti medicali

Non solo truffe ai danni degli anziani
Attenzione alle vendite di prodotti medicali

La linea di demarcazione tra il fare un acquisto inutile, di solito eccessivamente costoso, e subire una truffa è sottile. L’allarme arriva da Federconsumatori.

A volte basta che i contratti fatti stipulare siano formalmente corretti per evitare ai «professionisti» del convincimento di essere denunciati per truffa.

Per fare alcuni esempi, Federconsumatori Bergamo è intervenuta nel 2016 su acquisti di prodotti con contratti «regolari», dai quali «si è potuto recedere in quanto i parenti degli acquirenti si sono resi conto di quanto fosse eccessivo l’impegno sottoscritto in cambio di dubbia corrispondenza tra il prezzo e il valore della merce».

A questo si aggiunga che in alcuni casi i prodotti venduti sono stati proposti come «medicali», senza una diagnosi medica della persona che li dovrebbe usare. «Siccome non possiamo sapere la vastità del fenomeno - spiegano da Federconsumatori -, riterremmo utile se le forze dell’ordine verificassero i contratti stipulati. Riteniamo sarebbe un buon deterrente».


© RIPRODUZIONE RISERVATA