Novità per chi viaggia, ecco le regole   «Possibilità di fare il cambio nome»

Novità per chi viaggia, ecco le regole
«Possibilità di fare il cambio nome»

Da viaggi a web, al via 2018 «amico dei consumatori» con una lunga lista di nuove regole Ue che garantiranno più diritti e tutele nella vita quotidiana in tutti settori, dai viaggi agli investimenti, dal digitale alla salute.

È il nuovo anno «amico dei consumatori» che si apre per gli italiani e gli europei, grazie all’entrata in vigore nell’arco dei prossimi 12 mesi di una serie di provvedimenti dall’impatto concreto decisi a Bruxelles negli ultimi anni. -

Interessante il capitolo viaggi. Ad aprire le danze il primo gennaio, in tempo per le vacanze tra Capodanno e la Befana, la direttiva Ue sui pacchetti-vacanze: tra gli elementi chiave, la possibilità di cancellare il viaggio per il consumatore o di trasferirlo a un’altra persona effettuando il cambio nome, e responsabilità per il tour operator della performance. Anche questo, però, potrà annullare il soggiorno se non viene raggiunto un certo numero di persone. Non si applica però a viaggi di meno di 24 ore e a quelli di lavoro.

Veniamo alle carte di credito e ai bancomat. Dal 13 gennaio, con la direttiva Ue sui servizi di pagamento 2, stop ai balzelli ingiustificati imposti a chi paga con bancomat o carte. Le compagnie aeree come Ryanair o Easyjet, per esempio, non potranno più chiedere al termine dell’acquisto un ulteriore costo di svariati euro se si sceglie come metodo di pagamento la carta di credito. Anche il tabaccaio o l’alimentari non potrà più imporre un sovraccosto di 50 centesimi se non si paga in contanti. Uniche eccezioni: American Express e PayPal. E in caso di furto della carta, le banche non potranno addebitarvi più dei primi 50 euro rubati.

Da aprile via libera all’accesso anche dall’estero agli abbonamenti on line ai servizi video, tv, sport, musica, giochi ed e-book. Chi viaggia potrà guardare Netflix o ascoltare Spotify come a casa. Dal prossimo Natale, poi, fine del geoblocking anche per gli acquisti on line: si potrà approfittare delle offerte per accessori, viaggi, biglietti, auto a noleggio da qualsiasi sito Ue senza vedersi bloccato l’acquisto sulla base della residenza. Esclusi però i prodotti o servizi audiovisivi o protetti da copyright. Il 25 maggio, poi, verranno rafforzate le tutele sui dati personali, con l’entrata in vigore del nuovo regolamento Ue sulla privacy.

© RIPRODUZIONE RISERVATA