Numero verde per chi è senza medico di base Radiografie a domicilio grazie a una donazione

Numero verde per chi è senza medico di base
Radiografie a domicilio grazie a una donazione

Da lunedì 6 aprile operativo il numero verde della Cri 800 065 510 per chi è temporaneamente senza medico di famiglia. Donata al’Ats di Bergamo anche una Rx portatile per radiografie a domicilio e nelle Rsa.

NUMERO VERDE PER CHI E’ TEMPORANEAMENTE SENZA MEDICO DI BASE. È partito venerdì in via sperimentale a Bergamo, Dalmine e Treviglio e sarà operativo da lunedì 6 aprile in tutta la provincia un nuovo servizio di teleassistenza per facilitare l’accesso all’assistenza sanitaria ai cittadini temporaneamente con medico di famiglia assente e non sostituito, realizzato in collaborazione tra Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo e Croce Rossa Italiana.

Questi cittadini potranno rivolgersi al Numero Verde della Croce Rossa Italiana 800 065 510 (selezione 4 per problemi sanitari), per accedere al servizio di Continuità Assistenziale Diurna (CAD). I medici CRI che risponderanno al telefono potranno erogare a distanza prescrizioni di farmaci per malattie croniche (con ricetta dematerializzata) e certificati di malattia online oppure, in alternativa, raccoglieranno i dati necessari per la prescrizione trasmettendoli successivamente al medico della Continuità Assistenziale Diurna, garantendo così agli assistiti una rapida risposta ed evitando loro lunghe attese al telefono.

I medici della Cri potranno raccogliere e inoltrare al servizio di Continuità Assistenziale Diurna richieste di visite ambulatoriali e anche attivare una segnalazione alle USCA, nel caso ritengano necessaria una visita al domicilio di pazienti Covid-19 o fortemente sospetti, sempre per gli assistiti che si trovano temporaneamente senza medico di famiglia.

Pertanto da lunedì 6 aprile, il numero unico per accedere al servizio di Continuità Assistenziale Diurna feriale sarà l’800 065 510. Mentre per la Continuità Assistenziale notturna e festiva/prefestiva nulla cambia e l’accesso al servizio avverrà sempre mediante chiamata allo 035 3535.

RADIOGRAFIE A CASA. E grazie alla donazione da parte di Italtrans di una macchina per l’esecuzione delle radiografie toraciche al domicilio dei pazienti, da lunedì l’Agenzia di Tutela della Salute sarà in grado di offrire ai pazienti Codvi-19 o sospetti tali un nuovo importante servizio.

A collaborare con ATS Bergamo l’Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche e della Riabilitazione e della Prevenzione e l’Associazione Nazionale Alpini di Bergamo, che garantirà la copertura delle spese necessarie per l’erogazione delle prestazioni a domicilio per un periodo massimo di 120 giorni.

Fondamentale anche il ruolo anche dell’ospedale Papa Giovanni XXIII che metterà a disposizione un tecnico radiologo in distacco all’ATS Bergamo. Da parte sua l’Ordine metterà a disposizione tecnici e, infine, una dottoressa specializzata in radiodiagnostica si è resa disponibile per refertare le radiografie da casa. I servizi di ATS supporteranno il lavoro del team con un’azione di monitoraggio dei bisogni e con la gestione dell’agenda degli interventi.

«Una grande azione di team e un grande afflato di volontariato, come è nel modus operandi della sanità bergamasca in questo momento di emergenza. Ringrazio tutte le persone coinvolte che, con la loro professionalità e disponibilità, permetteranno ad ATS Bergamo di essere ancora più performante nella sua azione di contrasto al Covid-19. Utilizzeremo questa squadra così varia, composita ma soprattutto altamente professionale, a partire dalle RSA perché l’RX portatile consente di effettuare la lastra direttamente in struttura, anche quando il paziente è allettato. Grazie a Italtrans e agli Alpini per l’ennesimo gesto di generosità», commenta Massimo Giupponi, direttore generale di ATS Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA