Ordinanza per il parco della Malpensata Niente alcol e bevande in vetro

Ordinanza per il parco della Malpensata
Niente alcol e bevande in vetro

Un anno fa l’inaugurazione del nuovo parco della Malpensata, spazio – impreziosito dal centro giovanile GATE – che ha rivitalizzato la vita del quartiere negli ultimi mesi.

Episodi di indisciplina e di vandalismo si sono però registrati nei mesi scorsi: agli onori della cronaca durante l’estate scorsa era assurta una rissa tra ragazzini, ma si sono registrati anche episodi minori, come abbandono di bottiglie di alcolici nel prato del parco o la presenza di persone moleste dopo aver abusato di bevande alcoliche. Diverse sono state infatti le segnalazioni pervenute agli uffici comunali nei mesi scorsi, l’ultima dello scorso 15 gennaio.

Oggi il Comune di Bergamo emana un’ordinanza – in vigore dal prossimo 1 febbraio fino al 30 aprile - per vietare l’introduzione e il consumo di bevande alcoliche all’interno del parco. Non solo: nell’ordinanza anche il divieto di introduzione di contenitori di vetro, oltre a quello – ovvio – di abbandono di rifiuti nel prato.

Il Comune ha «ritenuto opportuno, - si legge nel testo dell’ordinanza, che sarà pubblicata lunedì - al fine di prevenire e contrastare situazioni di accertato degrado che pregiudicano l’incolumità pubblica e favoriscano l’insorgere di situazioni che impediscono la civile convivenza, la fruibilità del patrimonio pubblico e privato, adottare un temporaneo provvedimento limitativo dell’introduzione e consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione in qualsiasi tipo di contenitore e il divieto di introduzione di bevande, alcoliche e non, in contenitori di vetro, nonché l’abbandono degli stessi o di altri rifiuti, tranne che all’interno e nella pertinenza dell’esercizio pubblico denominato GATE».

Il Comune prevede sanzioni penali e amministrative in caso di violazione delle disposizioni previste, con multe di 500 euro per i trasgressori del divieto di consumo di sostanze alcoliche e di introduzione di bevande di vetro, sanzioni da 25 a 500 euro per coloro che abbandonano rifiuti. La Polizia Locale di via Coghetti è incaricato della sorveglianza e dell’esecuzione del provvedimento.

«Ho partecipato martedì 23 – spiega il ViceSindaco Sergio Gandi – a una riunione a Palazzo Frizzoni con i giovani gestori del Gate, gli assessori alla Coesione Sociale Marchesi, all’Ambiente Ciagà, i dirigenti dei relativi settori e del commercio, la Comandante della Polizia Locale Gabriella Messina, i consiglieri comunali Marta Cassina ed Ezio Deligios, sulla situazione complessa del parco della Malpensata, rispetto al quale si pone il tema di come meglio garantire la fruibilità degli spazi in piena sicurezza e la serenità di chi lo frequenta.Numerose sono le iniziative concordate, prima fra tutte la decisione, poi tradotta nell’ordinanza, di vietare l’introduzione e l’utilizzo nel parco di contenitori di vetro e di bevande alcoliche. I soli a poter utilizzare il vetro saranno i ragazzi del Gate e solo all’interno del locale. Per il resto, sarà vietato detenere bottiglie o bicchieri di vetro e consumare bevande alcoliche. I cittadini saranno adeguatamente informati anche tramite apposita cartellonistica.

«Nel frattempo, - conclude Gandi – il Patronato San Vincenzo di via Gavazzeni ha deciso, d’accordo col Comune, di avviare con i ragazzi ospiti della struttura un servizio di pulizia delle aree site nei dintorni del parco, già iniziato nella giornata di mercoledì, raggiungendo così un duplice risultato: portare pulizia ed ordine nel parco e nei dintorni e mettere al lavoro ragazzi che, diversamente, avrebbero poche occasioni per essere messi alla prova».


© RIPRODUZIONE RISERVATA