Ospedale, aspettando il parcheggio vigili in azione per contenere il caos

Ospedale, aspettando il parcheggio
vigili in azione per contenere il caos

In attesa che il parcheggio da 500 posti venga realizzato, si cerca di tamponare il caos di ogni mattina in via King, con le auto in attesa che si liberi uno spazio.

Dopo il vertice di lunedì 15 febbraio tra le parti coinvolte, si è deciso di agire su più fronti: agenti della polizia locale e personale della Bhp (società che gestisce i parcheggi) a monitorare la situazione viabilistica nell’ora di punta, ripristino del normale capolinea della linea 2 Atb, valutazione da parte del Papa Giovanni di incentivare i propri dipendenti all’uso del parcheggio multipiano, installazione entro aprile di un sistema di indirizzamento ai parcheggi e infine, l’impegno ad approfondire eventuali interventi strutturali sulla viabilità dell’area.

Questa è la ricetta messa a punto da Comune, Provincia, Asst Papa Giovanni XXIII, Atb mobilità e Bhp. L’obiettivo è diluire le code che ogni mattina - come da giorni sta documentando L’Eco di Bergamo - bloccano l’accesso all’ospedale. Dalle 8 alle 10, le attese per gli automobilisti si aggirano intorno ai 15 minuti: una volta che i parcheggi sono stati riempiti la barra d’accesso si abbassa e si deve attendere fino a quando non si liberano posti e così si creano lunghi serpentoni di auto che interdicono il passaggio anche a chi non è diretto all’ospedale.

Ieri il lavoro dei vigili, intervenuti con due pattuglie, ha migliorato sensibilmente la viabilità, perché da un lato gli automobilisti sono stati invitati a raggiungere il parcheggio multipiano, il meno utilizzato (nei giorni scorsi i posti liberi si attestavano intorno ai 100, ieri, alle 10, ce n’erano solo 5), dall’altro le auto di passaggio sono state portate fuori dal caos. L’azione della polizia locale continuerà con due agenti e due addetti di Bhp, «saranno messi a disposizione tutti i giorni feriali dalle prime ore del mattino, controlleranno nelle ore di punta il traffico e l’accesso ai parcheggi - spiega Palafrizzoni in un comunicato -. È questa la principale tra le soluzioni a breve termine messe in campo».

Deciso anche il ripristino della fermata dell’autobus che da una settimana a questa parte, dalle 8,30 alle 10,30, era stata spostata da via Brambilla (davanti all’ospedale) a via King, costringendo le persone a camminare al freddo e sotto la pioggia per circa 300 metri.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola martedì 16 febbraio 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA