Palafrizzoni, Appiani «promosso» Bando per un nuovo comandante
Virgilio Appiani, comandante della polizia locale di Bergamo

Palafrizzoni, Appiani «promosso»
Bando per un nuovo comandante

Virgilio Appiani, in carica dal 2012, si occuperà di sicurezza, mobilità, gestione associata dei servizi e Area omogenea. Concorso per il sostituto

Cambio ai vertici della polizia locale. Palazzo Frizzoni bandirà un concorso per la scelta di un nuovo comandante dei vigili. Virgilio Appiani, alla guida del comando di via Coghetti dal 2012, da settembre andrà ad occuparsi di mobilità, sicurezza, gestione associata dei servizi, Area omogenea e personale che confluiranno in un unico settore. «Un settore trasversale a più assessorati» sottolinea il vicesindaco Sergio Gandi.

Appiani è stato «promosso» sul campo, ma manterrà la medesima posizione dirigenziale. Diventerà il dirigente responsabile, una sorta di superdirigente, di un settore in cui confluiranno dunque materie come la sicurezza e la mobilità che sono già in stretta relazione tra loro e altre nuove come la gestione associata dei servizi per l’Area omogenea, che comprende Bergamo e altri 27 Comuni, tema che sta a cuore al sindaco Giorgio Gori. «Il vecchio schema secondo cui ognuno fa per conto suo non funziona più da tempo – rileva il direttore generale di Palafrizzoni, Michele Bertola –, stiamo già sperimentando la gestione associata di alcune competenze».

Il Comune dovrà lanciare un bando per la scelta di un nuovo comandante, «che avrà un contratto a tempo determinato e resterà in vigore fino alla fine del nostro mandato» sottolinea Gandi. L’assessore alla Sicurezza, che non ha mai nascosto la sua stima per Appiani, ha parole di elogio per il lavoro portato avanti in questi anni al comando di via Coghetti : «La riorganizzazione dei vigili, l’allungamento di un’ora del servizio, il sistema di videosorveglianza, e ora il progetto con gli istituti di vigilanza privata. Dal punto di vista operativo è stata resa più efficiente l’organizzazione del comando, nonostante il pesante fardello di non poter assumere nuovi agenti. E il merito è tutto di Appiani».


© RIPRODUZIONE RISERVATA