Parcheggi, il salasso parte da lontano Da 1200 lire a 1,80 euro anche domenica
Parcheggi

Parcheggi, il salasso parte da lontano
Da 1200 lire a 1,80 euro anche domenica

Ora si pagheranno anche la domenica, ma il salasso dei parcheggi parte da lontano. Precisamente dall’inizio degli anni Sessanta, quando il Comune di Bergamo ha deciso di introdurre in via sperimentale i primi parchimetri a gettone.

Come ogni vicenda italiana che si rispetti, dopo ricorsi e controricorsi della Cassazione, si è arrivati al 1968 con l’introduzione della sosta vietata in centro. con conseguenti polemiche che vi raccontiamo in questo articolo. Fino al 6 aprile 1999 non si è mosso più nulla per la gioia degli automobilisti: la città era suddivisa in zone e i parchimetri facevano il loro dovere dalle 9 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19 solo nei giorni feriali. Costo della sosta: 1200 lire all’ora. Allo scadere del secolo l’amministrazione introduce la rivoluzione. Niente più pausa pranzo gratis e Bergamo viene divisa in tre zone con tariffe allegate. A febbraio 2011 è arrivato l’ultimo ritocco, da 1 euro e 30 a 1 euro e 80 centesimi nella zona centrale della città. Complessivamente l’aumento medio delle tre aree è stato di circa il 50%. Tra introduzione dell’euro, rincari, tagli, politiche di disincentivazione del traffico privato, l’unica certezza è il raddoppio delle tariffe della sosta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA