Picco dell’influenza stagionale Presi d’assalto i pronto soccorso
Sala d’attesa piena al Bolognini di Seriate (Foto by Bedolis)

Picco dell’influenza stagionale
Presi d’assalto i pronto soccorso

Picco dell’influenza stagionale, pronto soccorso stracolmo di «codici verdi» domenica mattina all’ospedale Bolognini di Seriate. In serata il boom anche al Papa Giovanni di Bergamo, dove è stato attivato il Piano emergenze.

Pronto soccorso stracolmo domenica mattina all’ospedale Bolognini di Seriate. Intorno alle 10, nella sala d’attesa al piano terra c’erano oltre 40 persone tra pazienti e accompagnatori. Tutti codici verdi, nulla quindi di urgente, molti dovuti al picco dell’influenza stagionale. Tra chi era in coda non sono mancate le proteste. Si sa che, nei giorni festivi, molti suppliscono alla mancanza del medico di base con il pronto soccorso, senza invece rivolgersi alla guardia medica. Che tra l’altro, a Seriate, si trova in via Paderno a non molta distanza dall’ospedale. Da un anno è attivo anche il numero unico di continuità assistenziale. Lo 035.3535 risponde alle chiamate provenienti da tutta la provincia per esigenze non legate all’emergenza e smista la richiesta verso la postazione di riferimento del paese di provenienza della chiamata.

Una situazione come quella di Seriate non si è verificata nei pronto soccorso degli altri ospedali di città e provincia: a Treviglio alla stessa ora si contavano 18 pazienti in attesa mentre alle Gavazzeni e al Papa Giovanni di Bergamo gli afflussi sono stati nella media domenicale durante la giornata, ma in serata la situazione è cambiata: boom di accessi ed è scattato il Pemaf, cioè il Piano per i maxiferiti, che consente di aprire spazi per l’osservazione per gruppi di pazienti allettati, in caso di alti afflussi.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 1° febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA