Plateale protesta anti-vaccini a Bergamo «Nessuna bomba carta, solo volantini»

Plateale protesta anti-vaccini a Bergamo
«Nessuna bomba carta, solo volantini»

La campagna contro la politica dei vaccini del Ministro Lorenzin effettuata da un’organizzazione legata alla destra non ha fatto uso di bombe carta ma di volantini e torce.

Nessuna bomba carta contro la politica dei vaccini del ministro della salute Beatrice Lorenzin, solo volantini appesi fuori dagli ambulatori di quattro paesi della bergamasca e illuminati da torce a vento fissate con chiodi su basamenti di polistirolo. Lo hanno fatto sapere i carabinieri di Bergamo in seguito agli accertamenti sul ritrovamento di chiodi, resti di torce e plastica bruciati nei pressi dei presidi sanitari di Ponte San Pietro, Albino, Calusco e Sant’Omobono. Anche sul sito online del Mab, Manipolo Avanguardia Bergamo, il gruppo legato alla destra e ’no vax’ che ha rivendicato il blitz messo a segno tra mercoledì e giovedì nega che si sia trattato di bombe carta.

Dagli accertamenti, è risultato che i chiodi ritrovati erano serviti per fissare le torce su basamenti di polistirolo posizionati per illuminare i volantini. L’ipotesi è che l’iniziativa sia stata organizzata per tenere alta l’attenzione sul tema dei vaccini in vista di una manifestazione ’no vax’ in programma domenica a Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA