Pochi diplomati e laureati a Bergamo «Elevato tasso di abbandono scolastico»

Pochi diplomati e laureati a Bergamo
«Elevato tasso di abbandono scolastico»

Penultimi in Lombardia per laureati e diplomati. È questo uno degli aspetti più significativi che emerge da un’analisi, commissionata dalla Cgil di Bergamo all’Istituto Ires di Torino per indagare le condizioni sociali della popolazione della nostra provincia.

E siccome le prospettive legate al mondo del lavoro passano soprattutto attraverso il livello di istruzione, il dato deve preoccupare. È del 10,7 la percentuale dei laureati nella nostra provincia contro una media regionale del 14,4% e nazionale del 13,3%. Peggio di noi fa solo Sondrio. Una poca propensione allo studio che si vede anche dalla percentuale di coloro che sono in possesso almeno di un diploma di scuola superiore. Anche in questo caso la Bergamasca è al penultimo posto in Lombardia con il 45,6% (fa peggio solo Brescia), lontana dalla media regionale del 51,4%.

«Nella nostra provincia c’è un elevato tasso di abbandono scolastico –  spiega il segretario della Cgil bergamasca, Gianni Peracchi –. La bassa scolarizzazione è un tema che va affrontato, serve intervenire su tirocini e alternanza scuola-lavoro».


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 17 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA