Pokemon e Rio, Bowie e la Brexit Le parole più cliccate nel 2016

Pokemon e Rio, Bowie e la Brexit
Le parole più cliccate nel 2016

Pokemon Go, le Olimpiadi di Rio e gli Europei di calcio. Ma anche il terremoto che ha colpito il centro Italia, Donald Trump e David Bowie. E poca politica italiana, soprattutto pochissimo referendum.

Come ogni anno Google – il motore di ricerca più utilizzato sul web – riavvolge il nastro del 2016 e stila la lista dei termini «emergenti». Cioè non le parole o i volti più cliccati in assoluto, ma quelli che hanno fatto registrare il maggiore incremento nelle ricerche rispetto all’anno passato. Dopo Pokemon, Rio ed Euro 2016 (che sono tra i termini anche più cliccati su Facebook), al quarto posto troviamo le elezioni Usa, poi il sisma, Sanremo, David Bowie, Donald Trump, Bud Spencer e la Brexit.

Il camaleontico cantante britannico (scomparso l’11 gennaio) e la star del cinema popolare italiano (morto il 27 giugno) sono anche in cima alla lista dei personaggi emergenti per gli italiani. A seguire ancora Trump, il calciatore della Juve Higuain, Prince (un’altra grande perdita artistica di quest’anno) ed Ezio Bosso, il pianista che ha incantato Sanremo.

Le Olimpiadi di Rio si confermano anche l’evento emergente più cercato dagli italiani nel 2016, lista in cui compaiono anche gli attentati di Nizza e di Bruxelles; il referendum sulle trivelle del 17 aprile scorso, unico accenno alla politica italiana. E ci sono anche gli Oscar e Miss Italia. Tra le curiosità delle classifiche di Google – stilate in base alle ricerche effettuate tra il primo gennaio e il 7 dicembre 2016 – troviamo Corfù al primo posto delle mete di vacanza e il tiramisù e la peperonata tra le ricette emergenti. Tra i biglietti più cercati, quelli della lotteria e anche quelli per i Coldplay, al centro di una istruttoria dell’Antitrust per il bagarinaggio 2.0, cioè la vendita su mercati secondari online a prezzi maggiorati. Tra i «cosa significa» più cliccati ci sono i termini idolatria, ad maiora, vegano e il neologismo petaloso, inventato da un bambino e promosso dall’Accademia della Crusca.

Tra gli interrogativi più frequenti posti dagli italiani al motore di ricerca nel 2016 spiccano il colpo di stato in Turchia e l’insolito «perché i gatti hanno paura dei cetrioli», legato a un video diventato virale. E c’è chi si è affidato a Google persino per capire «perchè un uomo sposato tradisce».


© RIPRODUZIONE RISERVATA