Pollini, insetti, cibo e farmaci Cinque incontri sulle allergie

Pollini, insetti, cibo e farmaci
Cinque incontri sulle allergie

Al via «Allergicamente», progetto volto a prendere in esame le varie forme della patologia allergica.

Prende il via «Allergicamente», un ciclo di incontri per la cittadinanza promossi dall’assessorato all’Istruzione del Comune di Bergamo e Aaiito (Associazione Allergologi Immunologi Italiani Territoriali e Ospedalieri). Gli incontri si terranno presso l’Auditorium Sant’Alessandro in via Garibaldi 3,alle 20.45. «Allergicamente» è un progetto volto a prendere in esame le varie forme della patologia allergica considerando l’allergia come un albero dalle molte foglie: l’allergiaalimentare, da farmaci, da veleno di imenotteri (api e vespidi), le allergie respiratorie e cutanee. Attraverso cinque incontri ci si rivolgerà alla cittadinanza presentando gli elementi peculiari di ciascuna famiglia di allergie.

Allergicamente è in progetto che Aaiito promuove con l’intento di porre l’attenzione su temi di salute pubblica di grande attualità legati al dilagare delle problematiche allergiche.Si stima infatti che almeno il 20% della popolazione (12 milioni di persone solo in Italia) soffra di allergie, e che il numero sia in continua crescita.Gli aspetti educativi rispetto alle problematiche allergiche sono molto importanti per migliorarne e renderne tempestiva la diagnosi, la gestione e la prevenzione. «Allergicamente» propone un semplice schema in cui tutte le allergie sono riportare e classificate, e per ogni famiglia di allergie viene proposto un percorso di conoscenza che permette di comprendere come si manifestano, la loro diffusione, le principali terapie, l’impatto sulla qualità della vita ed una serie di consigli utili.

Tre motivi possono spiegare il fenomeno della continua crescita delle allergie: il cambiamento climatico e il conseguente effetto serra, in quanto il riscaldamento dell’atmosfera porta a fioriture più precoci e più prolungate ead un aumentato potere allergenico dei pollini. Il secondo motivo è implicabile a una troppa igiene dello stile di vita occidentale: l’esposizione a un ridotto «carico antigenico» nella prima infanzia (meno infezioni, minore esposizione a funghi e batteri tipica dell’ambiente rurale, etc.) avrebbe una grande influenza sulla flora microbica intestinale (ovverosia l’insieme dei germi che alberga nel nostro intestine senza danneggiarlo). Ciò porterebbe ad una «deviazione» del sistema immunitario che attraverso la produzione di anticorpi specifici conduce alla malattia allergica. Anche l’allattamento artificiale modifica la flora microbica del neonato, e anche per questo motivo è preferibile l’allattamento materno in tutti i casi in cui sia possibile. Infine, anche la genetica riveste un ruolo non indifferente, in quanto l’influenzadel fattore ambientale e dello stile di vita è maggiore nei soggetti predisposti geneticamente ad allergie.

Affermare che Bergamo pensa «Allergicamente» significa proporre ai cittadini bergamaschi di farsi soggetti attivi, a partire da informazioni scientificamente validate e corrette, consapevoli che la saluteè un bene prezioso per tutti” spiega l’Assessore all’Istruzione Loredana Poli, «Quelli di Allergicamente sono importanti momenti formativi rivolti ai genitori e in generale a chiunque voglia approfondire il tema delle allergie in modo scientifico, scongiurando così la possibilità di incorrere in notizie di dubbio fondamento, che possono avere anche conseguenze dannose. Per questo sono grata alla Associazione Allergologi Immunologi Italiani Territoriali e Ospedalieri che si sono messi a disposizione per una divulgazione scientificadirettamente rivolta ai cittadini e alle cittadine».

Il programma degli incontri è il seguente:

Giovedì 23 novembre - Allergie alimentari.Allergia e intolleranza alimentare: sappiamo già tutto? Camilla Di Paolo (Brescia)

Giovedì 18 gennaio - Allergie da farmaci.Le reazioni avverse a farmaci: un problema con cui sempre più spesso ci dobbiamo confrontare. Marta Piantanida (Milano)

Giovedì 22 Marzo - Allergie da puntura di imenotteri. Se ci pungono api o vespe …cosa ci dobbiamo aspettare? Valerio Pravettoni (Milano)

Giovedì 12 aprile - Allergie respiratorie. L’allergia ci toglie il respiro! Giusi Manzotti (Bergamo)

Giovedì 7 giugno - Allergie cutanee.Dermatite allergica ed orticaria…non sono la stessa cosa! Alberto Tedeschi (Milano)


© RIPRODUZIONE RISERVATA