Portici: più luce, pulizia e controlli Lotta contro il degrado del Sentierone

Portici: più luce, pulizia e controlli
Lotta contro il degrado del Sentierone

Più luce, più pulizia e più controlli da parte dei vigili sotto i Portici del Sentierone. È quanto hanno ottenuto i negozianti dopo la loro protesta pubblica per il degrado della zona.

In una lettera inviata al nostro giornale i commercianti dei Portici denunciavano una serie di magagne: troppi mendicanti, sicurezza carente, l’assedio delle bancarelle e un centro che così va desertificandosi. Ma nelle ultime settimane qualcosa è cambiato.

L’incontro a Palazzo Frizzoni tra i firmatari della lettera, il presidente del Distretto urbano del commercio Roberto Ghidotti, Paolo Pirrone di Confesercenti e il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Sergio Gandi ha dato buoni frutti. A iniziare dall’illuminazione. Le luci sotto i Portici si accendono all’imbrunire e non più quando è buio già da qualche ora. L’intento è di farla diventare una prassi. Tempi più serrati anche per la pulizia della pavimentazione, che dovrebbe avvenire una volta al mese e non più ogni due o tre. I negozianti hanno strappato la promessa di maggiori controlli da parte della polizia locale.

Quanto alle bancarelle, trattative sono in corso con le associazioni di categoria. In manifestazioni come i Mercatanti in Fiera gli stand non dovranno più nascondere le vetrine dei negozi. E non è escluso che il prossimo mercato sul Sentierone, quello per Santa Lucia, possa testare un’inedita collaborazione tra ambulanti e negozianti, con questi ultimi autorizzati a partecipare al mercato allestendo dei loro banchi.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola giovedì 12 novembre 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA