Presa la banda dell’ottone: 13 arresti Bottino da 350 mila euro e raid al Nord

Presa la banda dell’ottone: 13 arresti
Bottino da 350 mila euro e raid al Nord

Settanta tonnellate di ottone rubato, pari a un bottino di 350 mila euro. Presa la banda degli ottoni: raid anche in Bergamasca.

Settanta tonnellate di ottone rubato, pari a un valore di 350 mila euro. È il bottino dei colpi messo a segno da due bande che hanno svuotato 13 magazzini e tentato furti in altri tre aziende. I carabinieri del Comando provinciale di Verbania, in collaborazione con i colleghi dei comandi dell’Arma di altre province, hanno arrestato 13 persone (tutte residenti in Lombardia) in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Verbania. La banda dedita ai furti era composta da romeni e ucraini, mentre un’altra di italiani provvedeva a ricettare e vendere la refurtiva.

I reati sono stati commessi nelle province di Bergamo, Lodi, Monza-Brianza, Novara, Varese, Vercelli e del Verbano Cusio Ossola. Altre due persone sono indagate e sottoposte all’obbligo di firma. I ladri sfondavano le recinzioni e una volta all’interno dei magazzini rubavano i camion sui quali caricavano l’ottone che trasportavano in un’azienda di recupero metalli della Lombardia. Il legale rappresentante era un prestanome, l’azienda faceva capo a un italiano che, pur essendo agli arresti domiciliari per lo stesso reato, dirigeva da casa le operazioni di ricettazione della merce che veniva venduta regolarmente a ignari compratori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA