Prevenire il tumore al seno Da ottobre visite gratuite

Prevenire il tumore al seno
Da ottobre visite gratuite

Torna l’annuale appuntamento con la «Campagna nastro rosa», il programma di sensibilizzazione della Lega italiana per la lotta contro i tumori e Lilt onlus Bergamo.

«A causa della pandemia, negli scorsi mesi in provincia di Bergamo sono state rimandate circa 2.000 diagnosi precoci – sottolinea Lucia De Ponti, presidente della seziona locale – tra queste, anche quelle di tumore della mammella, la neoplasia più frequente nelle donne. Questa campagna intende ancora una volta richiamare l’attenzione di tutti sulla diagnosi precoce: solo così sarà possibile migliorare ulteriormente la sopravvivenza a 5 anni, oggi attestata all’87%».

Dal 1° ottobre la Lilt Bergamo, con il Patrocinio del Comune di Bergamo e in collaborazione con Cittadinanza Attiva, avvia il programma di sensibilizzazione delle donne con la tradizionale offerta di visite senologiche gratuite. Quest’anno saranno complessivamente 502, distribuite tra Asst Papa Giovanni XXIII, Bergamo Est, Bergamo Ovest, Humanitas Castelli, Humanitas Gavazzeni, Gruppo Habilita, Methodo, Centro Borgo Palazzo Ambulatorio medico per la donna oltre alle Delegazioni Lilt Onlus di Verdello e di Trescore Balneario con 13 punti erogativi in tutta la provincia.

«Siamo riusciti a mantenere una particolare attenzione per le donne della Valle Seriana e della Valle Brembana – sottolinea Lucia De Ponti – attivando due punti erogativi presso strutture private (Istituto Clinico Quarenghi a San Pellegrino e Rsa Fondazione Sant’Andrea a Clusone). Anche quest’anno le prenotazioni potranno essere effettuate esclusivamente online, dal sito www.legatumoribg.it.

La campagna è indirizzata alle donne escluse dallo screening mammografico promosso da Regione Lombardia, che recentemente ha ampliato la fascia d’età delle donne coinvolte. «Avranno quindi accesso alle visite gratuite le donne di età inferiore ai 45 anni e superiore ai 75 anni – continua De Ponti –per sensibilizzarle ad avere cura e attenzione per il proprio corpo». Simbolicamente a Bergamo sarà illuminata di rosa Porta San Giacomo, grazie alla collaborazione con il Comune di Bergamo; anche altri Comuni hanno aderito all’invito di Anci Nazionale e illumineranno di rosa un monumento


© RIPRODUZIONE RISERVATA