Proiezioni Camera/Senato: M5S  al 32%  Regione exit poll: Fontana in vantaggio

Proiezioni Camera/Senato: M5S al 32%
Regione exit poll: Fontana in vantaggio

Movimento 5 Stelle saldamente in testa con percentuali anche oltre il 30% e una Lega, nella coalizione di centrodestra, che avrebbe superato Forza Italia

Ore 01.40: Prima proiezione Camera La7 con copertura del 15%
Cinque Stelle 32,1%
Forza Italia 14,1%
Lega 17,5%

Fratelli d’Italia 4,1%
Udc 1,1%
Partito Democratico 19,0%
+Europa 2,7%
Civica Pop. Lorenzin 0,5%
Liberi e Uguali 3,5%

Ore 1.18:Terza proiezione di La7

Cinque Stelle 32,3%
Forza Italia 14,5%
Lega 17,5%

Fratelli d’Italia 4,1%
Udc 1,2%
Partito Democratico 18,9%
+Europa 2,5%
Civica Pop. Lorenzin 0,6%
Liberi e Uguali 3,3%

Ore 00:30: Seconda proiezione di La7 al Senato, copertura del 40%
Cinque Stelle 33,6%
Forza Italia 14,1%
Lega 17,4%

Fratelli d’Italia 4,0%
Udc 1%
Partito Democratico 18,3%
+Europa 2,3%
Civica Pop. Lorenzin 0,6%
Liberi e Uguali 3,3%

Ore 00:02: Prima proiezione di La7 al Senato, copertura 12%.
Cinque Stelle 33,5%
Forza Italia 14,1%
Lega 17,3%

Fratelli d’Italia 4,2%
Udc 1%
Partito Democratico 18,7%
+Europa 2,6%
Civica Pop. Lorenzin 0,5%
Liberi e Uguali 3,3%

Ore 23.58: Secondo exit poll
In base al secondo Exit poll Opinio-Rai alla Camera il M5s è confermato come primo partito con il 29,5-32,5%. Il Partito Democratico è al 20-23%, Fi al 12,5-15,5%, la Lega al 13-16%, Fdi al 3,5-5,5%, Leu al 3-5, +Europa Bonino al 2-4, Noi con l’Italia-Udc 0,5-2,5%, Civica popolare Lorenzin allo 0-2%, Italia Europa Insieme al 0-2%, Svp al 0-1% altri al 2,5-4,5%.

Al Senato, invece, sempre in base al secondo Exit poll Opinio-Rai, il M5s è confermato come primo partito con il 29-32%. Il Partito Democratico è al 20,5-23,5%, Fi al 13-16, la Lega al 13-16%, Fdi al 4-6%, Leu al 3-5%, +Europa Bonino al 2,5-4,5%, Noi con l’Italia-Udc 1-3%, Civica popolare Lorenzin al 0-2%, Italia Europa Insieme al 0-2%, Svp al 0-2% e altri al 0-2%. Secondo il primo exit poll del Consorzio Opinio Italia per la Rai alla Camera la coalizione di centrodestra avrebbe tra 225 e 265 seggi, l’M5s tra 195 e 235 mentre la coalizione di centro sinistra tra 115 e 155. A Leu andrebbero 12-20 seggi e agli altri 6-8. Secondo l’intention poll realizzato da Tecnè per Mediaset, al Senato il Movimento 5 Stelle guadagna tra 63 e 73 seggi, mentre il Pd è tra 35 e 45. Forza Italia tra 26 e 36, stessi numeri per la Lega. A Liberi e Uguali andrebbero tra i 5 e gli 11 seggi. A FdI tra i 6 e i 12. A +Europa tra 2 e 8.

Il dato più significativo di questa seconda tornata di exit sembrerebbe dunque il possibile sorpasso del partito di Salvini rispetto a quello di Berlusconi, almeno alla Camera, mentre al Senato procedono con percentuali uguali. Alle elezioni per il rinnovo della Camera alle ore 23 ha votato, a circa metà dei dati disponibili, il 74% degli aventi diritto. Alle ore 19 l’affluenza era stata del 58,42%. Lo rende noto il sito del Ministero dell’Interno. Nella precedente tornata elettorale del 2013, che però si svolse in due giorni, al termine dello scrutinio si era recato alle urne il 76,4% degli elettori per la Camera. Per il rinnovo del Senato alle ore 23, secondo i dati relativi a circa la metà dei comuni, ha votato il 73,83% degli aventi diritto, un punto e mezzo percentuale in meno rispetto alle Politiche del 2013.

23.00:Il primo exit poll del Consorzio Opinio Italia per la Rai, alla Camera
la coalizione di centrodestra è avanti al 33-36%, l’M5s è il primo partito al 29,5-32,5% mentre la coalizione di centrosinistra è al 24,5-27,5% e Leu è al 3-5%. Fontana in vantaggio sempre secondo i sondaggi fuori dai seggi su Gori. Non ci sarebbe alcuna coalizione che raggiunge la maggioranza dei seggi.Movimento 5 Stelle sarebbe nettamente il primo partito, accreditato di una percentuale tra il 29 e il 32%, davanti al Pd, secondo, che è valutato tra il 20,5 e il 23,5%. Centrodestra, con un risultato complessivo tra il 33,5 e il 36,5%
, mentre resta ancora incerto il primato all’interno della coalizione, con il Carroccio tra il 13 e il 16% e gli azzurri indietro di mezzo punto (12,5-15,5%). Più staccato Fratelli d’Italia, dato tra il 4 e il 6% . La coalizione di centrosinistra raccoglierebbe tra il 25 e il 28% con il Pd tra il 18-22%. Sulla soglia delllo sbarramento al 3% la lista +Europa di Emma Bonino, valutata tra il 2 e il 4%, unica delle forze Dem a cercare di superare la soglia fatidica. Liberi e Uguali, infine, viene dato fra il 3 e il 5%. Risultati simili negli exit poll di La7: M5s fra 28,8 e 30,8%, Forza Italia fra 13,5 e 15,5, Lega fra 12,3 e 14,3, Pd fra 21 e 23%., Fdi fra il 4,4 e il 5,4%, Nci-Udc fra 1,8 e 2,4%, +Europa fra 2,8 e 3,4%, Civica Popolare fra 0,4 e 1%, Italia Europa Insieme fra 0,5 e 1,1%, Liberi e Uguali fra 5,2 e 6,2%.

Secondo il primo exit poll del Consorzio Opinio Italia per la Rai alla Camera la coalizione di centrodestra avrebbe tra 225 e 265 seggi, l’M5s tra 195 e 235 mentre la coalizione di centro sinistra tra 115 e 155. A Leu andrebbero 12-20 seggi e agli altri 6-8.

Secondo gli exit poll regionali (Rai) danno Attilio Fontana tra il 38 e il 42%, Giorgio Gori tra il 31 e il 35%, Dario Violi tra il 17 e il 21% e Onorio Rosati tra il 2 e il 4%. Zingaretti sarebbe in testa, invece nelle regionali del Lazio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA